A- A+
Economia

 

 

imu tasse

Renato Brunetta ha smentito gli annunci sull'Imu fatti ieri dal ministro Graziano Delrio. "Il ministro Delrio non e' competente della materia, non conosce la trattativa in corso e poteva non parlare", ha detto il capogruppo del Pdl alla Camera intervistato a Radio Anch'io, "sarebbe bene che i membri del governo Letta lasciasse ai ministri competenti la materia". Delrio, ha insistito, "ha detto cose che non stanno ne' in cielo ne' in terra. L'Imu andra' cancellata sulla prima casa e sui terreni agricoli per tutti nel 2013". Dunque "Delrio poteva anche starsene zitto perche' sara' smentito nei prossimi giorni", ha insistito.

DELRIO: ESENZIONE PER IL 70% DEGLI ITALIANI - "Credo che si possa esentare dal pagamento dell'Imu circa il 70% degli italiani meno abbienti". Lo ha affermato il ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio, parlando della nuova imposta service tax. "C'è ancora differenza di impostazione nella maggioranza - ha aggiunto - tra chi vuole una copertura completa per togliere a tutti l'Imu sulla prima casa e chi, come me, vuole farla pagare solo al 30% dei cittadini che se lo possono permettere".

''Il Paese non può permettersi in questo momento di buttare 1,5 miliardi di euro'', ha aggiunto Delrio. ''Credo che i cittadini facoltosi possano permettersi di pagare 400 euro l'anno, e' meno di un abbonamento a una tv privata'', ha sottolineato il ministro in conferenza stampa. Ma sui criteri per l'esenzione, come potrebbero essere il reddito, il numero dei figli, la grandezza dell'abitazione, il ministro non ha potuto essere charo ed esaustivo: ''I criteri non sono stati definiti'', ha affermato.

TAGLIO AUTO BLU E CONSULENZE - Taglio del 20% sull'acquisto delle auto blu e dei buoni per i taxi, soppressione del 20% della spesa per le consulenze (ad eccezione degli enti di ricerca e delle universita') e norme per la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione. Sono alcune delle misure contenute nel dl sulla P.a. che sara' esaminato domani dal Consiglio dei ministri. Secondo il testo che circola in queste ore, che e' gia' stato valutato da un pre-vertice a palazzo Chigi e che sara' certamente 'limato' fino all'ultimo, le amministrazioni dello Stato non potranno superare, per le auto blu e le consulenze, l'80% della spesa sostenuta nel 2012.

Il taglio comprende anche le spese per "la manutenzione, il noleggio e l'esercizio" delle automobili di servizio di tutte le amministrazioni pubbliche. Nel decreto ci sara' anche una soluzione per gli statali con contratto a tempo determinato. Coloro che negli ultimi 5 anni hanno avuto contratti per almeno tre anni, secondo la bozza, si vedranno 'riservato' il 50% dei posti messi a disposizione nei concorsi che si terranno fino al 31 dicembre del 2015. Non solo: le amministrazioni che prevedono di effettuare un concorso potranno prorogare i rapporti di lavoro con il loro personale a tempo determinato.

Con il decreto si rimette poi 'in moto' il meccanismo della spending review, introdotta dal governo Monti, posticipando a dicembre molte delle scadenze fissate per il giugno scorso. In particolare si introducono norme per il prepensionamento del personale, che avra' cosi' a disposizione due anni in piu' (fino al 2016) per maturare i requisiti necessari per lasciare il lavoro con le regole precedenti alla riforma voluta dall'ex ministro del Welfare, Elsa Fornero. Il dl si occupa anche della mobilita' nelle societa' partecipate dalle amministrazioni pubbliche. Quelle partecipate, ad esempio, da un Comune secondo lo schema dovrebbero entrare a far parte di una 'rete', in modo da organizzare le eventuali eccedenze di personale. Si parla anche di mobilita' in ambito regionale. Altri due capitoli riguardano uno l'assunzione di mille vigili del fuoco e l'altro la soluzione del caso dei concorsi per dirigente scolastico attraverso l'affidamento temporaneo di direzione ai presidi. Una misura, quest'ultima, che dovrebbe garantire il regolare avvio dell'anno scolastico.

Tags:
imuderiotares

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes partnership con Phi Beach

Mercedes partnership con Phi Beach


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.