A- A+
Economia
Il coronavirus ci costa mezzo miliardo di spread

Il coronavirus si mangia 500 milioni di spread. Dopo i primi casi conclamati registrati sul nostro territorio i BTp sono infatti di nuovo tornati nel mirino degli investitori e il rendimento del titolo decennale si è riportato in una sola settimana dallo 0,91%, vicino cioè ai minimi storici raggiunti a settembre, di nuovo all’1,11 per cento. Certo, si tratta di un valore ancora inferiore a quello di inizio anno (1,43%), ma buona parte dei vantaggi (già allora teorici, perché avrebbero dovuto essere confermati nel corso dell’anno) rischiano di essersi ormai volatilizzati se la situazione resterà quella attuale.

Volendo fare qualche ipotesi a bocce, scrive oggi il Sole, ferme e ragionando sul rendimento a 7 anni - che essendo la scadenza media del nostro debito fornisce con buona approssimazione una misura degli oneri per le casse pubbliche - si può notare che il livello è risalito di oltre 20 centesimi dallo 0,56% del 21 febbraio allo 0,77% di venerdì scorso. Se si proiettano valori simili sull’ammontare di emissioni lorde a medio-lungo termine che effettua ogni anno il Tesoro, attorno ai 250 miliardi di euro, si può concludere che due terzi dei risparmi teorici reclamati da Gualtieri (ovvero 500 degli 800 milioni annui a regime) sono improvvisamente andati in fumo.

Loading...
Commenti
    Tags:
    spreadcoronavirusdebito
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Incontrada nuda su Vanity Fair "Messaggio per tutte le donne"

    Costume

    Incontrada nuda su Vanity Fair
    "Messaggio per tutte le donne"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Peugeot 5008 ordinabile in Italia

    Nuovo Peugeot 5008 ordinabile in Italia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.