A- A+
Economia
La Commissione Ue boccia l'Italia: "Paese con squilibri eccessivi"

L'Italia è considerata dalla Commissione europea un paese con "squilibri macro-economici eccessivi", secondo quanto si legge nel rapporto pubblicato oggi dall'Esecutivo Ue che alza il livello di allerta sull'Italia da paese con semplici squilibri macroeconomici a paese con squilibri eccessivi, al pari di Croazia e Slovenia. Promossa invece la Spagna. Grecia, Portogallo, Cipro e Romania, in quanto paesi sotto programma di aiuti, non sono stati presi in considerazione da Bruxelles in questa analisi.

La Commissione punta il dito sulla limitata produttività, ritenuta una delle cause principali dell'alto debito pubblico e della scarsa competitività. "Entrambi derivano in ultima istanza dalla crescita, cronicamente debole, e richiedono interventi urgenti". Per porre il debito pubblico in un percorso di regolare riduzione, l'Italia ha bisogno di "surplus primari molto alti", e "di una crescita robusta del Pil per un periodo prolungato". Bruxelles riconosce che raggiungere questi obiettivi "sarà una sfida molto difficile".

Nel 2013, continua la commissione, l'Italia "ha fatto progressi verso gli obiettivi di bilancio a medio termine". Tuttavia, "l'adeguamento del saldo strutturale nel 2014 appare insufficiente, vista la necessità di ridurre l'enorme debito pubblico ad un ritmo adeguato". 

Oltre a Croazia, Slovenia e Italia, la Commissione striglia anche gli squilibri di Belgio, Bulgaria, Germania, Irlanda, Spagna, Francia, Ungheria, Paesi Bassi, Finlandia, Svezia e Regno Unito. A giugno la Commissione valuterà nuovamente la situazione generale alla luce degli obblighi previsti dal patto di stabilita' e , se necessario, proporrà misure appropriate al Consiglio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
italiadebito pubblicocommissione ue
i più visti
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”


casa, immobiliare
motori
Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.