A- A+
Economia

Jonella Ligresti passa ai domiciliari e lascia il carcere di San Vittore. La decisione è stata presa mercoledì pomeriggio dal gip di Torino Eleonora Monserrat Pappalettere, accogliendo un’istanza dei legali Lucio Lucia e Marco Benito Salomone. Jonella, ex presidente della compagnia assicurativa Fonsai, è indagata dai pm di Torino Vittorio Nessi e Marco Gianoglio nell’ambito dell’inchiesta su falso in bilancio e manipolazione del mercato relativamente ai conti del 2010, per un presunto buco da circa 500 milioni nelle riserve sinistri.

La decisione del giudice è da ricondurre alle minori esigenze cautelari, considerato che nei giorni scorsi Jonella ha avanzato una richiesta di patteggiamento, sulla quale c’è l’accordo con la procura di Torino, a una pena di 3 anni e 4 mesi. L’udienza per la discussione è attesa agli inizi di dicembre.

La figlia maggiore di Salvatore Ligresti era stata arrestata il 17 luglio insieme con il padre (ancora ai domiciliari) e la sorella Giulia, che ha già patteggiato una pena a 2 anni e 8 mesi. Il fratello Paolo ha evitato il carcere perché in Svizzera. Con loro sono finiti agli arresti anche gli ex manager Antonio Talarico, Emanuele Erbetta e Fausto Marchionni.

Tags:
ligresti

in evidenza
Natale gender free : al bando gli spot dei regali "sessisti"

La legge che crea polemica

Natale gender free: al bando gli spot dei regali "sessisti"


motori
Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.