A- A+
Economia

 

Francia Bettencourt

Nestlè si fa bella. La multinazionale del cibo vuole avere mani libere nella gestione di una delle sue partecipazioni più consistenti, quella in L'Oreal

Il marchio francese si regge infatti su due grandi soci: la famiglia Bettencourt detiene poco più del 30% del capitale, Nestlè il 29,4%. Un patto parasociale firmato nel 2004 e che ha durata decennale blinda l'attuale assetto. Con due conseguenze fondamentali: rende al riparo l'azienda da assalti esterni e conferisce ai due soci, in caso  di vendita, diritto di prelazione. L'accordo, in vigore dal 1970, non sarà rinnovato. Lo ha dichiarato Peter Brabeck, presidente di Nestlè: "L'accordo parasociale non sarà rinnovato oltre il 2014".  

Il patto prevede infatti, oltre al diritto di prelazione, anche un'altra clausola che limita le possibilità di azione: per aumentare la priopria quota in L'Oreal, i due soci di maggioranza devono attendere sei mesi dopo la morte di Liliane Bettencourt, figlia del fondatore Eugène Schueller . La donna più ricca di francia, nonostante i suoi 91 anni, è viva e vegeta. Ecco allora che rompere il patto può andare in entrambe le direzioni: rinunciare al diritto di prelazione potrebbe significare un disimpegno del colosso alimentare e l'apertura alla possibilità di vendere. Ma, al contrario, slegarsi dalla necessità di attende la morte di Liliane Bettencourt, potrebbe aprire a nuove opportunità di scalata.

Brabeck non si sbilancia: "Valutiamo tutte le opzioni sul tavolo". Tra di esse quella di "mantenere lo status quo". Per il momento, "non ci saranno molti cambiamenti", salvo la crescita del valore della partecipazione in virtù dell'addio al diritto di prelazione. Dall'altra parte la famiglia Bettencourt continua a ribadire di non voler vendere.

 

 






 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cosmesil'orealnestlè
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.