A- A+
Economia
urbano cairo

La televisione, in epoca berlusconiana, resta un argomento da campagna elettorale. Anche quando le emittenti non sono proprietà del Cavaliere. Sta succedendo anche con La7, da quando il cda di telecom ha deciso di trattare in esclusiva con Urbano Cairo, scartando le offerte di Clessidra e Diego Della Valle.

A trasferire la vendita della rete dal piano economico a quello politico è la presunta vicinanza di Cairo a Silvio Berlusconi. I rapporti dell'imprenditore con il Cavaliere sono noti. Prima di mettersi in proprio, Cairo è stato assistente di Berlusconi in Fininvest, direttore commerciale e vice direttore generale in Publitalia '80, la concessionaria del Biscione e amministratore delegato di Mondadori pubblicità.

Un curriculum davanti al quale è sorto il sospetto di una ancor più forte posizione dominante sul mercato della tv italiana. Bersani si è limitato a dire che "ci sono delle autorità che si occupano di queste cose". Il segretario Pd non affonda il colpo, ma insinua il dubbio di un collegamento tra Mediaset e Cairo. Un'affermazione che Berlusconi ha definito "mafiosa" perché lascerebbe intendere a Telecom di "aspettare a vendere perchè se andrò al governo La7 varrà di più".   

Berlusconi, comunque, smentisce i rapporti con Cairo. "E' diventato imprenditore in proprio. E' diverso tempo che non lo sento. E' andato a fare l'imprenditore per una scelta che ho condiviso". Da quel 1995, Cairo ha costruito un impero pubblicitario ed editoriale. Ed è ora pronto al grande salto televisivo.  

Tags:
la7cairotelecom
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.