A- A+
Economia
Inps, +286.126 di posti stabili nei primi 7 mesi

Anche l'Inps, dopo l'Istat e il Ministero guidato da Giuliano Poletti, mette il bollino sull'efficacia dell'intervento del governo Renzi sul mercato del lavoro e cioè  prima la decontribuzione fino a 8mila euro per i contratti stabili, poi il Jobs Act con le sue "tutele crescenti". L'istituto presieduto dall'economista Tito Boeri ha certificato infatti che il lavoro a tempo indeterminato è cresciuto nei primi sette mesi del 2015, rispetto al corrispondente periodo del 2014: il numero di nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato nel settore privato è positivo (+286.126) e aumentano, anche se di poco, i contratti a termine (+1.925), mentre si riducono le assunzioni in apprendistato (-11.521). Numeri che hanno spinto immediatamente il presidente del Consiglio Matteo Renzi a cinguettare dal suo profilo Twitter: "Il Jobs Act ha prodotto 286mila stabilizzazioni dall'inizio del 2015. Piu' diritti e meno precariato, come promesso l'Italia riparte", sono stati infatti i suoi 140 caratteri.

L'inps analizza l'andamento dei contratti per i lavoratori dipendenti del settore privato, esclusi i lavoratori domestici e gli operai agricoli. Per quanto riguarda la Pubblica Amministrazione, sono presi in considerazione esclusivamente i lavoratori degli Enti pubblici economici (il maggiore è la Cdp). Tra gennaio e luglio sono aumentate anche le cessazioni (+41.006). La variazione netta tra i nuovi rapporti di lavoro e le cessazioni, pari rispettivamente a 3.298.361 e 2.592.233, è di 706.128; nello stesso periodo dell’anno precedente è invece stata di 470.604. Se si guarda solo ai tempi indeterminati, la variazione netta tra attivazioni e cessazioni che emerge dalle tabelle è di circa 140mila unità. Aggiungendo le trasformazioni di rapporti a termine e apprendisti in tempi indeterminati, la variazione netta sale a 527mila unità.

Le nuove assunzioni a tempo indeterminato nel settore privato stipulate in Italia, rilevate da Inps, sono state 1.093.584, il 35,4% in piu' rispetto all'analogo periodo del 2014. Le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti di lavoro a termine, comprese le "trasformazioni" degli apprendisti, sono state 388.194 (l'incremento rispetto al 2014 e' del 41,6%). Pertanto, la quota di assunzioni con rapporti stabili sul totale dei rapporti di lavoro attivati/variati e' passata dal 32,8% dei primi sette mesi del 2014 al 40,2% dello stesso periodo del 2015.

 

Tags:
lavoroinps
S
i più visti
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa


casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.