A- A+
Economia

Il Jobs act sarà operativo entro i primi sei mesi del 2015. Lo ha affermato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, spiegando che se il Parlamento esamina il testo nei prossimi mesi il governo sarà "in grado di chiudere". "Il Senato ha il nostro testo e può avviare lavoro di istruttoria - ha detto Poletti - ci sono tutti i termini perché concluda rapidamente il suo lavoro. Se il Parlamento lo approva entro la fine di quest'anno, chiude la parte che gli compete, noi nei primi 6 mesi dell'anno che viene siamo pronti a chiudere tutto il resto".

Poletti ha poi toccatoi nodi più intricati. Il primo è quello dei contratti a termine. Il governo è stato accusato di incentivare il contratto a tempo determinato. Poletti risponde: "Il contratto a tempo indeterminato deve costare meno di uno a termine. Oggi il contratto a termine costa l'1,4% in piu' di uno a tempo indeterminato, se non arriviamo almeno al 10% non è significativo, poi se arriviamo al 12% va bene".

Capitolo partite Iva, lasciate fuori dal bonus da 80 euro e private di un intervento immediato che ha invece riguardato apprendistato e contratti a termine. Il ministero del Lavoro ha promesso "maggiori controlli" e un confronto con le associazioni "per verificare cosa di positivo si possa fare": "bisogna combattere le partite iva false e ragionare con quelle vere - ha affermato - perche' possano condurre bene il loro lavoro, con le giuste tutele".

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lavorocontrattipoletti
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.