A- A+
Economia

Le Borse europee chiudono in forte rialzo, incrementando i guadagni nella seconda parte della seduta dopo che si è appreso che Tsipras ha cambiato la squadra dei negoziatori sul debito, difatti commissariando il ministro delle Finanze Varoufakis dopo i contrasti emersi nell’Eurogruppo a Riga. La notizia è piaciuta agli investitori che vedono ora spiragli per un accordo tra Atene e i creditori internazionali.

Piazza Affari ha chiuso con un rialzo dell’1,62,% Francoforte ha guadagnato l’1,81%. Ma soprattutto Atene ha guadagnato il 4%. Prosegue in rialzo anche Wall Street, aggiornando nuovi massimi storici nonostante dati macro poco convincenti (record anche per Apple a 133 dollari in attesa dei conti che arriveranno a mercati chiusi). Negli Stati Uniti l'indice dei responsabili degli acquisti del settore servizi è sceso a 57,8 punti in aprile dai 58,6 di marzo. Il dato è inferiore alle previsioni degli analisti, che si attendevano un miglioramento a quota 59,5 punti.

Tags:
borse

in evidenza
Autunno freddo (senza gas) e quindi caldo (come negli anni '70)? Scoprilo alla Piazza di Affari!

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

Autunno freddo (senza gas) e quindi caldo (come negli anni '70)? Scoprilo alla Piazza di Affari!


casa, immobiliare
motori
 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.