A- A+
Economia

Le Borse europee chiudono in forte rialzo, incrementando i guadagni nella seconda parte della seduta dopo che si è appreso che Tsipras ha cambiato la squadra dei negoziatori sul debito, difatti commissariando il ministro delle Finanze Varoufakis dopo i contrasti emersi nell’Eurogruppo a Riga. La notizia è piaciuta agli investitori che vedono ora spiragli per un accordo tra Atene e i creditori internazionali.

Piazza Affari ha chiuso con un rialzo dell’1,62,% Francoforte ha guadagnato l’1,81%. Ma soprattutto Atene ha guadagnato il 4%. Prosegue in rialzo anche Wall Street, aggiornando nuovi massimi storici nonostante dati macro poco convincenti (record anche per Apple a 133 dollari in attesa dei conti che arriveranno a mercati chiusi). Negli Stati Uniti l'indice dei responsabili degli acquisti del settore servizi è sceso a 57,8 punti in aprile dai 58,6 di marzo. Il dato è inferiore alle previsioni degli analisti, che si attendevano un miglioramento a quota 59,5 punti.

Tags:
borse
S
i più visti
in evidenza
Cristina D'Avena, bikini esplosivo Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

Wanda, Fico e... Gallery Vip

Cristina D'Avena, bikini esplosivo
Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO


casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.