A- A+
Economia

 

Marcialis

 

twitter@andreadeugeni

"La situazione politica italiana? Il sentiment prevalente è quello dell'incertezza, anche se molti operatori finanziari giudicano gli ultimi atti di Berlusconi come il suo canto del cigno". Lo spiega ad Affaritaliani.it Raimondo Marcialis, consigliere delegato di Zenit Sgr, secondo cui se il governo Letta non dovesse farcela, "lo spread potrebbe salire oltre 300 punti, con 350 la soglia di non ritorno: in quel caso l'Italia sarebbe spacciata".

Secondo lo strategist se Letta dovesse ottenere invece, invece,"i risparmiatori farebbero bene a puntare diffusamente sull'azionario italiano, in caso contrario occhio ai titoli bancari, le utilities e, in genere, le azioni cicliche. Meglio le small cap".

L'INTERVISTA

Francesco Previtera, head of research di Banca Akros, ad Affari: "Sono ottimista, la situazione è in via di miglioramento"

Il presidente del Consiglio Enrico Letta sta parlando in Senato prima di chiedere la fiducia. Le borse europee hanno aperto con il freno a mano. Qual è il sentiment dei mercati ora?
"L'incertezza è dominante. Le posizioni sono due".

Quali?
"La prima è che prevedere quello che può accadere è estremamente difficile. L'altra tesi che circola sui mercati è che questi ultimi atti di Silvio Berlusconi siano il suo canto del cigno. Manovre, atti scomposti da intendersi come le le ultime spinte prima di uscire di scena. Se si guarda solo gli indici borsistici, si può dire che i mercati ritengono che rimarranno forze in campo che garantiranno una risoluzione delle problematiche del nostro Paese. A livello di singoli operatori, l'incertezza è maggiore".

A quanto potrebbe salire lo spread Btp-Bund se il governo Letta non dovesse farcela? 
"Difficile dirlo, perché dipende molto dalle politiche europee e dalle azioni di difesa dell'eurozona che verranno messe in campo da Bruxelles e dalla Banca Centrale Europea. Fino a livelli di 300-350 basis point possiamo parlare di tensione sul secondario, oltre questi livelli la situazione diventa davvero pericolosa. A 350 punti, l'Italia è spacciata. Una ricaduta e l'innerscarsi di una spirale difficile da fermare poi".

Diamo delle indicazioni operative ai risparmiatori in entrambi gli scenari. Come investire se Letta dovesse ottenere la fiducia?
"Un po' tutto il mercato italiano ne beneficerebbe. Sia il comparto azionario sia quello obbligazionario, anche se personalmente ritengo che nel prossimo futuro sarà più premiante l'azionario".

In caso contrario, se Letta cadrà?
"Si verificherà un crollo dei titoli bancari italiani, delle utilities e degli industriali. Un po' tutti i ciclici per intendersi, mentre le small cap, in termini relativi, garantiranno un maggior valore". 

Tags:
bersamercatimarcialis
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.