A- A+
Economia
Luxottica, Del Vecchio ai dipendenti: "No influenze dalla mia famiglia"

"In questo processo di cambiamento non ci sono state e non ci saranno mai influenze da parte della mia famiglia, numerosa e articolata, ma che proprio per questo amo tutta intensamente e allo stesso modo". Cosi' Leonardo Del Vecchio si rivolge ai dipendenti del gruppo Luxottica in una lettera inviata due giorni dopo la riunione del cda che ha sancito la nuova organizzazione di vertice, operativa da gennaio con i co-amministratori delegati Massimo Vian e Adil Mehboob-Khan.

Nella missiva, che il patron del colosso degli occhiali firma "il vostro fondatore", l'invito ai dipendenti e' di "lasciare alle spalle" le "indiscrezioni e pettegolezzi" per "lavorare con tranquillita' e passione" guardando al futuro "con fiducia e determinazione". 

"Abbiamo tutti letto articoli su Luxottica - scrive Del Vecchio - che riportavano tanti, troppi pettegolezzi e falsita' sulla mia famiglia e sui miei piu' stretti collaboratori. Sono stati dati giudizi superficiali sull'azienda travisando la verita' dei fatti".

Luxottica, rivendica l'ottantenne presidente del gruppo, e' "la mia vera eredita' a questo Paese" e ha oggi "cuore" ad Agordo, "testa" a Milano e "corpo" in oltre 130 Paesi.

Il fondatore, che ha ripreso in mano le deleghe operative dopo l'addio a sorpresa di Enrico Cavatorta, garantisce: "Appena terminato e consolidato il nuovo assetto organizzativo, lascero' di nuovo ai manager il compito di guidare il futuro di Luxottica". Adil Khan "ha accettato con entusiasmo" di entrare nel gruppo e affianchera' Vian "in modo perfettamente complementare", sottolinea Del Vecchio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
luxotticadel vecchio
i più visti
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani


casa, immobiliare
motori
Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport

Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.