A- A+
Economia
Marchionne pro Renzi: "Lo si lasci lavorare per il bene dell'Italia"

"Spero per il bene dell'Italia che lo si lasci lavorare": con queste parole l'amministratore delegato di Fiar Chrysler, Sergio Marchionne, ha espresso tutto il suo apprezzamento per Matteo Renzi, dopo averne ascoltato l'intervento davanti al Council on Foreign Relations a New York.

Marchionne ha definito il premier un uomo "dal coraggio enorme" che "guarda al futuro", quello che ci vuole per riformare l'Italia dove "bisogna spaccare tutti gli schemi".

 

Marchionne ha definito "eccezionale" il discorso pronunciato da Renzi, affermando che "oggi e' stata una bella giornata per essere italiani". Poi, attorniato dai giornalisti all'uscita dal think tank newyorkese, ha espresso la sua "grandissima convinzione" che Renzi "ce la fara' perche' sta uscendo a grandi passi dal sistema che deve tecnicamente resistere al cambiamento".

Tags:
marchionnerenzide bortoli

in evidenza
La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO

La V° edizione, dal 26 al 28 agosto

La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO


casa, immobiliare
motori
Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL

Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.