A- A+
Economia
Meccanica ferroviaria, Firema finisce in mani indiane

E’ ufficiale. La newco tra Titagarh Wagons Limited, azienda indiana nel settore del train con base a Calcutta e Gruppo Adler-Pelzer, uno dei principali player mondiali nella componentistica per il settore automotive, rileva il 100% di Firema Spa, società attiva nella produzione meccanico- ferroviaria con sedi a Caserta, Potenza, Milano e Spello, sottraendola all’onta del fallimento.

Firema, il cui nome sta per Fiore Regazzoni Marchiorello, conta circa 500 dipendenti, dei quali 340 saranno assunti dalla nuova società, mentre per un’ottantina di addetti si procederà con contratto a tempo in modo da consentire all’azienda di portare a termine le commesse già acquisite. Per gli altri dipendenti si procederà al ricorso alla cassa integrazione, alla mobilità ed ai pensionamenti. "Questa operazione -dichiara ad Affaritaliani.it, Paolo Scudieri (nella foto in alto), presidente del gruppo rappresenta un passo decisivo nella strategia di diversificazione della holding che entra così con maggiore incisività nel settore train. I nostri prodotti, tecnologicamente avanzati e dal design curato, costituiranno un valore aggiunto per i prodotti Firema. L'esperienza nel settore a livello internazionale di Titagarh, inoltre, costituisce una garanzia per l'azienda che potrà uscire da un periodo incerto che dura da ben cinque anni. Abbiamo voluto così dare anche un segnale all’industria manifatturiera presente sul territorio, nel quale abbiamo da oltre 60 anni investito, e ci interessa continuare ad investire, come già di recente abbiamo fatto con l'apertura dello stabilimento di Airola fino ad allora in crisi".

L'accordo prevede anche la fornitura da parte del gruppo internazionale con base a Ottaviano (Napoli) del supporto nell’ambito dei rapporti con le istituzioni locali (bancarie e governative) per lo sviluppo ed il prosieguo del business della Newco. Titagarh, dal canto suo, si impegna ad utilizzare la Adler come fornitore preferenziale per la fornitura di interiors per i treni passeggeri.

Il Gruppo Titagarh, una public Limited Company costituita in accordo alle leggi locali, è il più importante gruppo industriale privato indiano che opera nella costruzione di materiale rotabile, con capacità di competere sui mercati globali, anche attraverso i sui centri di Ricerca & Sviluppo e le sue strutture produttive localizzate in India ed in Europa. Il portafoglio del Gruppo nel settore ferroviario include vagoni merci; carrozze passeggeri; treni elettrici, metropolitane e componenti forgiati. Il gruppo vanta oggi cinque stabilimenti produttivi, quattro ubicati in India ed uno nel Nord della Francia. Il gruppo è inoltre quotato alla National Stock Exchange of India e alla Bombay Stock Exchange.

Adler-Pelzer Group, invece, è una holding con sede a Ottaviano, in provincia di Napoli, che progetta, sviluppa e industrializza componenti e sistemi per l'industria del trasporto. Fondata nel 1956 da Achille Scudieri, conta oggi 58 stabilimenti in 19 Paesi, 7 siti di ricerca e Sviluppo per un fatturato annuo di oltre 1 miliardo di euro. Tra i clienti più prestigiosi figurano ferrari, Maserati, RollsRoys, Audi ed altre case automobilistiche.

Eduardo Cagnazzi

Tags:
automotive

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.