A- A+
Economia
Mediaset, Bollorè pronto a pagare 760 milioni. Rumors. Boom in Borsa

Le ipotesi di trattative in corso tra Mediaset e Vivendi per risolvere lo scontro tra la famiglia Berlusconi e i francesi mettono le ali a Mediaset a Piazza Affari. I titoli del gruppo di Cologno Monzese salgono di oltre otto punti percentuali a 3,15 euro, la miglior performance tra le blue chip milanesi. Secondo le indiscrezioni, Mediaset e Vivendi stanno negoziando per ricomporre la frattura che si è venuta a creare con il mancato acquisto di Premium da parte dei gruppo di Vincent Bollorè.

Le trattative riguardano il coinvolgimento di Mediaset nella joint venture allo studio tra Canal Plus e Tim per portare i contenuti sulla banda ultra-larga, oltre a una riduzione della quota di Vivendi in Mediaset dal 29% al 10%, con Finivest che potrebbe comprare le quote eccedenti. Le parti starebbero cercando un'intesa in tempi brevi, entro l'asta dei diritti tv e prima dell'udienza al tribunale civile di Milano della causa intentata dal gruppo di Cologno contro i soci francesi fissata per il 19 dicembre. Inoltre, allo studio ci sarebbe anche un risarcimento per Mediaset che sulla carta dovrebbe essere di tre miliardi (la richiesta di Mediaset in sede giudiziale) ma che in sede extragiudiziale potrebbe arrivare a 760 milioni, valore che equivale alla valutazione data lo scorso anno dai francesi al 100% di Premium.

"Qualsiasi accordo negoziato con Vivendi dovrebbe vedere riconosciuti a Mediaset i danni per la rottura del contratto su Premium e quindi sarebbe positivo per il titolo", commentano gli analisti di Equita, aggiungendo che comunque un acquisto da parte di Finivest del 19% di Mediaset messo in vendita da Vivendi sarebbe "complesso". Per un'altra primaria sim milanese "questi rumors possono sostenere il titolo perchè un accordo sarebbe chiaramente una notizia positiva per Mediaset', aggiungendo di ritenere "ragionevole che Mediaset chieda che eventuali negoziati con Vivendi debbano ripartire da Premium, ossia da dove e' iniziato il dissidio".

"Tempo di negoziare", sostengono gli analisti di Banca Akros in un report in cui confermano la raccomandazione accumulate e il prezzo obiettivo a 3,7 euro su Mediaset. Per gli esperti un accordo con i francesi sarebbe "uno sviluppo molto positivo per Mediaset: una più ampia partnership con Vivendi-Telecom offrirebbe più creazione di valore per Mediaset, invece del forte ridimensionamento di Premium annunciato a gennaio e al momento in corso. La nostra raccomandazione positiva sull'azione e' basata anche sull'esito positivo della vicenda Premium", spiegano gli analisti.

"Abbiamo evidenziato tante volte che un accordo tra Mediaset e Vivendi sarebbe una buona notizia, pur lamentandoci del fatto che, fortunatamente, la visibilità fosse bassa. Ora gli articoli di stampa su questo tema stanno diventando piu' intensi, indirettamente aumentando le chance di avere finalmente un accordo", commentano infine gli analisti di Mediobanca Securities.

Tags:
mediasetvivendisilvio berlusconivincent bollorè
Loading...
in vetrina
Grande Fratello Vip 2020 Antonella Elia cade e batte la testa: interviene il medico. Gf Vip 4 news

Grande Fratello Vip 2020 Antonella Elia cade e batte la testa: interviene il medico. Gf Vip 4 news

i più visti
in evidenza
Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
La moglie in quarantena? E' una ma vale per quattro

Coronavirus vissuto con ironia

La moglie in quarantena?
E' una ma vale per quattro


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Coronavirus: la flotta Kia per la spesa a domicilio dei bisognosi di Milano

Coronavirus: la flotta Kia per la spesa a domicilio dei bisognosi di Milano


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.