A- A+
Economia
Mediolanum cresce ancora in Mediobanca: Doris compra 100mila nuove azioni
Massimo Antonio Doris

Mediobanca, in vista del nuovo piano e del rinnovo del Cda gli azionisti rafforzano le loro posizioni. Analisi 

Sta per arrivare il nuovo piano industriale di Mediobanca ed in autunno il rinnovo del consiglio d’amministrazione e i grandi azionisti rafforzano le loro posizioni. Venerdì scorso, infatti, la Finprog, che è la finanziaria della famiglia Doris, approfittando della debolezza del titolo dell’istituto di Piazzetta Cuccia, ha comprato con una serie di piccole operazioni 100.000 azioni Mediobanca pagate un prezzo medio di 8,9584 euro cadauna.

Va ricordato che nel portafoglio della cassaforte c’è già lo 0,5% di Mediobanca al quale va sommato il 3,28% detenuto dal gruppo Mediolanum, con entrambe le quote facenti parte come primo socio dell’accordo di consultazione fra alcuni azionisti dell’istituto di Piazzetta Cuccia che oggi raggruppa complessivamente il 10,65% del capitale.

Recentemente Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum e socio paritetico di Finprog con la sorella Annalisa, a proposito di Alberto Nagel, amministratore delegato di Mediobanca il cui mandato scadrà appunto in autunno, ha detto: “Sta conducendo bene Mediobanca quindi confermo la mia fiducia assoluta”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mediobancapiano industriale





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.