A- A+
Economia
Borsa Affari LP

Nessuna tempesta su Piazza Affari che, nel giorno successivo alla candanna di Silvio Berlusconi, cede sul finale solo lo 0,24% a 16.779 punti, ma dopo aver viaggiato anche in rialzo. 

Le borse europee, invece, chiudono contrastate, indebolite dall'andamento negativo di Wall Street, che non ha reagito bene ai dati inferiori alle attese sui nuovi occupati. Maglia nera a Londra, dove l'indice Ftse 100 cede lo 0,54% a 6.645,74 punti a causa del forte ribasso di Royal Bank of Scotland, che, nonostante i buoni dati di bilancio, appare ancora lontana da tornare in mani private. Il Dax di Francoforte lima uno 0,05% a 8.406,94 punti, il Cac 40 di Parigi segna +0,07% a
4.045,65 punti, l'Ibex di Madrid cresce dello 0,4% a 8.574,0 punti.

Su Milano è pesato soprattutto l'andamento incerto di Wall Street, in scia al dato peggiore delle attese sull'occupazione Usa. Milano è penalizzata dalle flessioni nel comparto bancario (Intesa Sanpaolo cede l'1,99% dopo la presentazione della semestrale) e dallo scivolone di Telecom (-4,23%) dopo il taglio delle stime relative al margine operative lordo atteso per il 2013. Brilla, in controtendenza, Mediobanca (+3,25%).  In rosso, anche gli altri istituti di credito (Ubi Banca -3,28%, Unicredit -0,71%). Leggero rialzo per Generali (+0,20%). Su i titoli del lusso, contrastati energetici e industriali.A soffrire infine sono i titoli della galassia del Cavaliere. Mediaset cede l'1,96% e Mediolanum cala dello 0,52%. In controtendenza Mondadori che guadagna l1,7%. Ribassi anche per Fiat (-2,61%) e Finmeccanica (-1,30%), mentre brilla Prysmian (+3,36%). Salgono Luxottica (+0,57%) e Tod's (+0,64%). In rosso Mediaset (-1,96%) dopo la sentenza per Silvio Berlusconi.

Le coseguenze per Mediaset sarebbero state probabilmente peggiori se non avesse diffuso i dati del primo semestre, che confermano i segnali leggermente positivi registrati nel primo trimestre in termini di redditività operativa e calo ulteriore dell'indebitamento. I ricavi infatti scendono a 1,73 miliardi rispetto ai quasi 2 miliardi dello stesso periodo del 2012 mentre l'utile netto si attesta a 30,1 milioni dai 42,8 milioni del corrispondente periodo dello scorso anno. Migliora la redditività operativa e torna a crescere la raccolta pubblicitaria.

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti ha chiuso a 266 punti, dopo aver terminato ieri le negoziazioni a 270 punti. Il rendimento è al 4,32%. Il differenziale Bonos/Bund risale a 294 punti per un tasso del 4,61%.

OCCUPAZIONE USA PERGGIO DELLE ATTESE - Negli Usa gli occupati salgono di 162 mila unita' a luglio, sotto l'atteso incremento di 184 mila unita'. I dati sull'occupazione di giugno e maggio vengono corretti al ribasso e tagliati per un totale di 16 mila unita', rispettivamente a 188 mila e 175 mila unita'. Il tasso di disoccupazione a luglio (calcolato su una diversa base statistica) scende dal 7,6% di giugno al 7,4%, piu' dell'atteso  calo al 7,5%.  I tassi di disoccupazione Usa al 7,4 e' il minimo dal dicembre del 2008. Gli occupati del settore privato crescono di 161 mila unita', quelli dei servizi alla produzione di 157 mila unita' e quelli della grande distribuzione di 46 mila unita'. In compenso gli addetti dell'edilizia scendono di 6 mila unita'. La paga media oraria si attesta a 23,9 dollari rispetto ai 24 dollari di giugno, mentre l'orario medio di lavoro scende da 34,5 a 34,4 ore la settimana e gli straordinari arretrano da 3,4 a 3,2 ore la settimana.

Tags:
mercatiborsamediaset
i più visti
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.