A- A+
Economia

 

Borsa Affari (2)

twitter@andreadeugeni

I mercati azionari accelerano dopo il alla fiducia al Senato al governo Letta anche da parte del Pdl, appoggio che fino a questa mattina gli analisti politici assolutamente non ipotizzavano. Tanto che  in Transatlantico era scattata la conta su quanti fossero i transfughi della nuova Forza Italia in grado di appoggiare il premier e ottenere una maggioranza in grado di garantire la continuità dell'esecutivo. Aspetto che sta molto a cuore agli operatori finanziari.

"Già da martedì pomeriggio sui mercati italiani, azionario e obbligazionario, si era delineata una certa positività degli investitori. Un chiaro rasserenamento rispetto invece alle tensioni che si erano determinate lunedì in chiusura", spiega ad Affaritaliani.it Carlo Aloisio, senior broker di UniCredit AG contattato da Affaritaliani.it.

Intonazione, aggiunge l'esperto, che è stata ancora "confermata dalla partenza di questa mattina, anche perché i listini asiatici e Wall Street, ieri sera, hanno chiuso negativi". Un pre-mercato da cui "Piazza Affari si è subito distinta voltando in rialzo, anche se di poco, sin dalle prime battute". Questa è stata la partenza sull'azionario, mentre sull'obbligazionario, spiega Aloisio dalla sala operativa della banca, "il segnale è stato decisamente migliore con i futures sui Btp, dove il mercato agisce più in ottica speculativa e i movimenti si registrano più velocemente, che segnavano in apertura circa 60 centesimi in più rispetto alla chiusura di ieri". Con lo "spread in ribasso che è stato il primo termometro positivo" per la situazione italiana.

unicredit

Lungo la mattinata il mercato, sia Piazza Affari sia i corsi e i futures sui Btp, "è progressivamente migliorato".

I market movers? "I segnali distensivi che arrivavano - aggiunge Aloisio - nei confronti di Letta da parte di altri senatori del Pdl". Trend che si è fatto via via "più deciso man mano che il fronte pro-Letta necessario a garantire la maggioranza  al governo si allargava".

I titoli bancari che risentono dei movimenti dello spread hanno trainato la borsa di Milano, che si è distinta rispetto a tutti gli altri listini azionari del Vecchio Continente, rimasti invece indietro. "Piazza Affari - aggiunge il broker di UniCredit - ha migliorato, pero, il clima di tutto il Vecchio Continente". Lo scatto finale infine con le dichiarazioni di Berlusconi: il clamoroso dietrofront sulla fiducia al governo Letta, anche da parte del capo del Pdl.

La maggioranza, dunque, è stata ricompattata e Letta tornerà al lavoro. Ora, cosa guarderanno i mercati? "Al netto delle prese di beneficio che potrebbero scattare in giornata sui titoli del Footsie Mib secondo il meccanismo del buy on the rumors and sell on the news", per Aloisio "tornano in primo piano le aspettative sulle misure che il governo Letta metterà in cantiere. In primis, la legge di stabilità". "Le prime parole di Letta - conclude l'esperto - hanno fatto intendere che sarà perfettamente in linea con i parametri europei sul deficit, ma che sarà anche orientata alla crescita, con il taglio al cuneo fiscale che grava sulle imprese". Una misura che gli investitori vedrebbero con favore

Tags:
borsaunicreditmercati
i più visti
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi


casa, immobiliare
motori
A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.