A- A+
Economia
Moncler, Bertelli contro la Gabanelli: "Stupida". E lei: "Evasore e avido"

"Una cultura del passato oramai sorpassata, per questo la Gabbanelli e' stata stupida". Cosi' il Ceo di Prada, Patrizio Bertelli, commenta la puntata di Report sulla Moncler. A margine del Milano Fashion Global Summit, Bertelli ha sottolineato: "E' naturale che in un mondo globalizzato una impresa cerchi risorse produttive con costi piu' contenuti, per esempio in Ucraina o in Slovenia, e non si puo' impedirlo in un mercato liberale. Questo non vuol dire che noi dobbiamo fare i carabinieri sui produttori ai quali ci affidiamo. Lo stesso discorso vale per Prato, dove il popolo orientale ha trovato una opportunita' economica e l'ha sfruttata".

Si tratta di "un atteggiamento" che "fa parte del famoso antagonismo che non ho mai capito, persone che hanno una cultura passata da trent'anni". Report in quella puntata, ha detto Bertelli, ha deciso di "affrontare il problema delle oche. Ma non capisco quale sia la distinzione con una gallina o con una balena". Il numero uno di Prada ha detto anche di non capire "chi dice di chiudere il Palio di Siena per i cavalli".

Cosi' come le aziende "sono libere di andare a produrre dove meglio credono e dove ritengono sia per loro piu' conveniente", anche i giornalisti sono "altrettanto liberi di raccontare" e infine "anche i consumatori sanno e sono liberi di scegliere se comprare o meno un certo prodotto". Cosi' Milena Gabanelli all'AGI, replicando alle parole del Ceo di Prada.

La conduttrice e giornalista - super-impegnata nella preparazione della prossima puntata del suo programma di approfondimento, questa volta dedicata all'ambiente e agli 'intrusioni' della politica - preferisce evitare il botta e risposta diretto, sottolineando pero' la liberta' non solo di riportare i fatti cosi' come sono documentabili, ma anche la liberta' del consumatore di farsi un'idea di quello che sta intorno alla realizzazione di un prodotto che potrebbe interessargli come acquisto. Rilevando anche come nei giorni successivi sia stata significativa la risposta degli italiani con i numeri dello streaming della puntata in questione.

Inoltre la stessa Gabanelli nella rubrica che tiene con i lettori del settimanale Oggi a proposito sempre del caso Moncler e delle altre societa' del lusso che hanno dislocato le loro produzioni all'estero, nel numero in edicola domani scrive: "Premesso che il lusso e' l'unico settore che ha i maggiori ricarichi, proprio perche' il suo valore si fonda sulla suggestione del marketing, vale veramente la pena di delocalizzare la' dove la mano d'opera costa meno? A mio parere no, perche' la ricaduta e' quella di far scomparire tutto il settore manifatturiero, che e' un'eccellenza nel mondo". Aggiungendo "e' mortificante incontrare imprenditori come Prada che vanno a produrre i loro giacconi, in vendita a quasi 2mila euro, in Transnistria, un Paese nemmeno riconosciuto dalle Nazioni Unite, dove c'e' sistematica violazione dei diritti umani, ed e' vietato l'ingresso ai giornalisti. Come ho detto durante la trasmissione, l'avidita' non e' un reato, e non lo e' nemmeno perseguire il massimo profitto; se pero' il prezzo da pagare e' la scomparsa del nostro patrimonio d'esperienza, quello che ha reso il made in Italy uno dei tre marchi piu' prestigiosi nel mondo, diventa un comportamento deprecabile".

Tags:
monclerreportpradabertelligabanelli
i più visti
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.