A- A+
Economia
Mutui Subprime: S&P’s patteggia e paga 1,5 miliardi di dollari

Standard & Poor’s dovrà sborsare un miliardo e mezzo di dollari per chiudere l’indagine del Dipartimento di Giustizia statunitense sui rating assegnati ai bond legati ai mutui subprime prima dello scoppio della grande crisi finanziaria.

La cifra verra' suddivisa, con 687,5 milioni che finiranno nelle casse del Dipartimento della Giustizia e altrettanto destinato ai forzieri di 19 stati americani, per un totale di 1,37 miliardi. Separatamente, S&P ha siglato un'intesa con il fondo californiano Calpers per versare a suo favore 125 milioni per i danni subiti investendo in titoli tossici sulla base dei rating.

L'accusa contro S&P e' di aver volutamente viziato i giudizi sui titoli garantiti da mutui residenziali, sottovalutandone i rischi e dando rating massimi che hanno ingannato gli investitori sulla loro sicurezza. Una pratica decisa per conquistare business dalle societa' che emettevano le securities.

Tags:
mutuisubprimes&p’spatteggiapaga
i più visti
in evidenza
Milan, Maldini-Massara: è fatta Rinnovo di contratto fino al 2024

​​​​​​​Il diavolo pronto per il calciomercato

Milan, Maldini-Massara: è fatta
Rinnovo di contratto fino al 2024


casa, immobiliare
motori
FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti

FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.