A- A+
Economia

Non rinunceranno ai regali ma quasi sei italiani su dieci sono pronti a spendere meno rispetto allo scorso Natale e aumenteranno gli acquisti di importi minimi. Diminuisce anche il budget: oltre nove italiani su dieci non spenderanno oltre 300 euro. Questi, in sintesi, i risultati di un'indagine di Confcommercio in collaborazione con Format Ricerche sugli acquisti e le intenzioni di spesa per le prossime festivita' natalizie. Rispetto allo scorso anno si tagliera' prevalentemente su abbigliamento, calzature, viaggi, elettrodomestici, vino. Andra' meglio per giochi (soprattutto elettronici), libri, prodotti per la cura della persona e l'elettronica in generale, con smartphone, tablets e cellulari in testa. Tengono, anche se a fatica, i generi alimentari.

Il 40,5% degli italiani e' intenzionato a mantenere invariato il proprio budget di spesa natalizia e solo l'1,8% e' pronto ad aumentarlo. Nel dettaglio, ben il 31,5% dei consumatori stanziera' un budget inferiore ai 100 euro, il 63,5% tra i 100 e i 300 euro. Soltanto il 5% e' intenzionato a spendere oltre 300 euro per i regali. A ridurre la spesa sono in prevalenza i consumatori piu' giovani (fino a 34 anni) e quelli piu' avanti negli anni (oltre 64 anni), le donne piu' degli uomini, i residenti nelle grandi aree metropolitane, in cui tendono a concentrarsi i tratti piu' evidenti della crisi in atto. Ma nonostante il clima dimesso, la stragrande maggioranza degli italiani (quasi l'86%) non rinuncera' al rito dei regali di Natale i cui destinatari saranno principalmente i familiari piu' stretti (coniuge, figli, genitori, fratelli per il 55,9%); seguono altri parenti in generale (50,7%), "altri conoscenti", le persone magari con le quali si intrattengono rapporti di lavoro (40,7%), gli amici (39%). Ben il 42,8% spendera' per se'.

I prodotti alimentari sono in cima alle preferenze d'acquisto. Tre italiani su quattro, infatti, faranno regali "gastronomici" seguiti da giocattoli e giochi per bambini (61%); bene anche libri, smartphone e prodotti per la cura della persona, in aumento rispetto al 2012; mentre articoli di abbigliamento, calzature e vino, ma anche regali piu' importanti, come elettrodomestici e viaggi, saranno, invece, meno presenti quest'anno sotto l'albero. Anche nel 2013 sara' la grande distribuzione a fare la parte da leone ma a incalzarne il primato saranno i punti vendita tradizionali, senza considerare la progressiva scalata del web, canale oramai caratterizzato da una continua e piu' che mai inesorabile espansione. Uno strumento, quello dell'acquisto on line, cui sono intenzionati a ricorrere per i regali di questo Natale quasi quattro giovani su dieci sotto i 35 anni. Tra coloro che si apprestano a fare i regali di Natale, diminuisce la quota di chi effettua i propri acquisti a novembre (oltre 11 punti percentuali in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), mentre la quota maggiore, peraltro in crescita in modo abbastanza marcato (42,5% contro il precedente 33,6%), si ridurra' invece all'ultimo momento utile, ovvero nella seconda meta' di dicembre.

Tags:
confocommercioitalianispesa
i più visti
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà

Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.