Il colosso alimentare Nestlè ha venduto la sua quota del 10% del capitale di Givaudan, uno dei suoi fornitori di aromi e profumi, una quota che aveva in pancia dal 2002 e che ha fatto scattare gli acquisti sulle azioni Nestlè alla Borsa di Zurigo (+1,3%).

La partecipazione è stata valutata dalla banca d'affari statunitense Goldman Sachs, che ha gestito l'operazione in qualità di advisor, intorno a 1,08 miliardi di franchi svizzeri (1,20 miliardi di dollari), con uno sconto cioè sulla valutazione di mercato dell'azienda, che è di 1,27 miliardi di dollari.

Attraverso un accelerated bookbuilding, il colosso elvetico alimentare, primo al mondo per redditività, ha piazzato sul mercato circa 100 mila azioni.

L'operazione fa parte di una più vasta politica di focalizzazione sul core-business da parte dei vertici della Nestlè, alle prese con un rallentamento della crescita dei guadagni. Il gruppo ha già dismesso alcuni asset importanti e marchi importanti che non stanno performando e, secondo alcuni rumors che circolano sul mercato, potrebbe vendere anche la sua quota del 29,8% in L'Oréal, sfruttando la decadenza di alcuni accordi firmati con la proprietà della società di cosmetici francese. Una cessione che potrebbe portare nelle casse della Nestlè circa 22 miliardi di euro.

2013-12-06T12:52:29.833+01:002013-12-06T12:52:00+01:00truetrue1066116falsefalse3Economia/economia4131046210662013-12-06T12:52:29.897+01:0010662013-12-06T18:22:08.033+01:000/economia/nestle-givaudan06122013false2013-12-06T13:41:07.933+01:00310462it-IT102013-12-06T12:52:00"] }
A- A+
Economia
Nestlè
 



Il colosso alimentare Nestlè ha venduto la sua quota del 10% del capitale di Givaudan, uno dei suoi fornitori di aromi e profumi, una quota che aveva in pancia dal 2002 e che ha fatto scattare gli acquisti sulle azioni Nestlè alla Borsa di Zurigo (+1,3%).

La partecipazione è stata valutata dalla banca d'affari statunitense Goldman Sachs, che ha gestito l'operazione in qualità di advisor, intorno a 1,08 miliardi di franchi svizzeri (1,20 miliardi di dollari), con uno sconto cioè sulla valutazione di mercato dell'azienda, che è di 1,27 miliardi di dollari.

Attraverso un accelerated bookbuilding, il colosso elvetico alimentare, primo al mondo per redditività, ha piazzato sul mercato circa 100 mila azioni.

L'operazione fa parte di una più vasta politica di focalizzazione sul core-business da parte dei vertici della Nestlè, alle prese con un rallentamento della crescita dei guadagni. Il gruppo ha già dismesso alcuni asset importanti e marchi importanti che non stanno performando e, secondo alcuni rumors che circolano sul mercato, potrebbe vendere anche la sua quota del 29,8% in L'Oréal, sfruttando la decadenza di alcuni accordi firmati con la proprietà della società di cosmetici francese. Una cessione che potrebbe portare nelle casse della Nestlè circa 22 miliardi di euro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
nestlè
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.