A- A+
Economia
Nissan vuole chiudere con Renault. Rumors: piano segreto per il divorzio

Nissan-Renault, c'è aria di separazione. Il Ceo Goshn intanto resta in Libano

I dirigenti della Nissan stanno accelerando i piani di emergenza segreti per una potenziale scissione dalla Renault. Cio' avviene proprio all'indomani della fuga di Carlos Ghosn e della sua beffa al sistema giudiziario giapponese: tale vicenda potrebbe avere infatti ripercussioni sull'alleanza automobilistica siglata 20 anni fa.

La strada per il divorzio passa attraverso una divisione delle strategie nel campo dell'ingegneria e della produzione, cosi' come attraverso le modifiche al consiglio di amministrazione della Nissan: i piani - rivela il Financial Times - si stanno accelerando dopo la drammatica fuga di Carlos Ghosn dal Giappone alla fine di dicembre. La mossa di tracciare una potenziale divisione e' l'ultimo segno di tensione nell'alleanza tenuta insieme per quasi due decenni da Ghosn, ex amministratore delegato e presidente di entrambe le societa' e fuggito in Libano dal Giappone dove e' accusato di reati fiscali e finanziari. 

Nonostante gli sforzi da entrambe le parti per stemperare le tensioni, la partnership con Renault - che produce 10 milioni di auto all'anno - e' ora giudicata "tossica", hanno rivelato alcune fonti a Ft, da molti dirigenti Nissan di alto livello. A loro giudizio, la casa automobilistica francese e' diventata ormai una spina nel fianco per il gruppo giapponese. Non sarebbe comunque auspicabile una separazione perche' la nuova situazione globale costringerebbe entrambe le case automobilistiche a cercare nuovi partner in un settore alle prese con il calo delle vendite e l'aumento dei costi per la produzione di veicoli elettrici.

Inoltre ridimensionerebbe i business delle due aziende in un momento in cui i rivali si stanno invece rafforzando: basti pensare alla fusione di Fiat Chrysler e Peugeot e a quella di Volkswagen e Ford. Le discussioni preliminari per una separazione arrivano in un momento particolarmente delicato per Renault e Nissan. Nelle prossime settimane, Jean-Dominique Senard, presidente di Renault, dovra' presentare diversi progetti combinati per dimostrare che l'alleanza invece puo' ancora funzionare. "Non possiamo sopravvivere se non ci muoviamo subito per fare una vera alleanza", ha detto il mese scorso in un'intervista a FT. 

Una persona vicina alla direzione della Nissan ha invece riferito che Makoto Uchida, l'amministratore delegato appena nominato, sta lavorando a stretto contatto con Senard per lanciare i nuovi progetti. Allo stesso tempo, gli esperti giapponesi si stanno concentrando sul lato ingegneristico e tecnologico del business, e cioè in particolare su cosa Nissan stava guadagnando dall'alleanza e su cosa avrebbe dovuto fare se fosse stata obbligata ad andare avanti in modo indipendente.

Anche durante l'era Ghosn, quando l'alleanza funzionava, le persone vicine a Nissan dicevano che tra alcuni ingegneri cresceva il malcontento per la spinta dell'ex presidente a combinare ingegneria e produzione, che è il cuore della tecnologia del gruppo giapponese.

Allo stesso tempo, all'interno di Nissan viene anche considerato che un divorzio ora sarebbe doloroso proprio mentre il gruppo giapponese i prepara a lanciare l'Ariya, un veicolo sportivo utilitario completamente elettrico, entro i prossimi tre anni, utilizzando una nuova piattaforma sviluppata in collaborazione con Renault. In casa Nissan, quindi, la nomina di Uchida non e' riuscita a placare la sfiducia di Renault all'interno del management. Resta da capire se si tratta di un passeggero malcontento, o invece se dell'inizio della fine.

Intanto, la volontà di Nissan di mettere fine alla alleanza ventennale tra le due case automobilistiche ha sortito immediatamente i propri effetti sul listino azionario di Parigi dove il titolo Renault è precipitato in discesa del 3,6% a 40,3 euro. 



Loading...
Commenti
    Tags:
    nissarenaultnissan renaultnissan renault goshngoshn renaultgoshn custodiagoshn giapponenissan renault separation
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Chiara Ferragni in calze a rete E la scollatura senza reggiseno...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Chiara Ferragni in calze a rete
    E la scollatura senza reggiseno...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arriva da Brescia il nuovo scooter elettrico made in Italy

    Arriva da Brescia il nuovo scooter elettrico made in Italy

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.