A- A+
Corporate - Il giornale delle imprese
Frega, "Pubblico e privato insieme per un nuovo ecosistema della salute"
Pasquale Frega, Country President Novartis Italia 

Pubblico e privato devono camminare insieme per creare un nuovo ecosistema della salute. La pandemia sta portando tutti i paesi a riflettere su nuovi modelli di sanità e di medicina territoriale. Questo deve comprendere anche le aziende. Il Pnrr può essere un’occasione unica di ripensamento, rilancio e investimento ma non si deve perdere tempo”. Così Pasquale Frega, Country President di Novartis Italia. Frega, in un incontro con alcuni giornalisti, ha sottolineato il ruolo fondamentale che un’azienda come Novartis può giocare in questa nuova fase storica. “L’ industria farmaceutica è chiamata a un’ulteriore sforzo per nuovi modelli di cura. La ricerca è fondamentale. Novartis investe il 20% del suo bilancio in ricerca e sviluppo, crediamo fortemente nel percorso che ci porterà a nuove cure e nuove terapie. Quelle del futuro sono senz’altro le terapie cellulari, le terapie geniche, la medicina nucleare. Oltre alla ricerca deve esserci un impegno anche per una corretta informazione al pubblico. Viviamo in una fase in cui il pensiero anti-scientifico (se non del tutto a-scientifico) trova spazio. Per questo informare è importantissimo e da questo punto di vista siamo molto orgogliosi di aver partecipato al progetto del Museo Digitale della Medicina, in cui crediamo molto”.

"Serve un cambio di passo"

Frega si è poi soffermato su alcune problematiche specifiche legate agli investimenti previsti dal Pnrr.

“Ci sono 22 miliardi destinati a piani di sviluppo direttamente legati alla salute e altri 90 per le Regioni. Qui la partita da giocare sta in una maggiore collaborazione tra pubblico e privato. Anche noi, al nostro interno, stiamo cambiando il nostro modello organizzativo per essere più capillari sul territorio. La ‘medicina di popolazione’ è il futuro, la medicina di territorio. E qui le aziende possono davvero diventare dei partner fondamentali. Il modello ‘ospedalocentrico’ va superato. La pandemia ha causato gravi danni a migliaia di persone affette da tante patologie, molti sono rimasti indietro, la prevenzione è saltata. E qui vediamo le difficoltà di un sistema sanitario che, per fare un esempio, in un anno ha speso solo 45 milioni sui 500 destinati dal Governo per l’abbattimento delle liste d’attesa. Serve un sistema più snello con dei meccanismi decisionali più agili. Serve un cambio di passo e va fatto in fretta.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    frega novartismedicinapnrrsalute
    i più visti
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.