A- A+
Economia
Pausa caffé? "Indispensabile". Ecco come influenza la produttività

L'Italia è una repubblica fondata sulla pausa caffè. Non importano dimensioni e settore: per l'84% dei lavoratori il break è "indispensabile". E' il risultato di una ricerca commissionata da Nespresso. 

Scegliere la bevanda, versare lo zucchero e sorseggiare il caffè è diventato un rituale. Per rompere i ritmi di lavoro o per iniziare la giornata: un lavoratore su due non accende neanche il computer senza una iniezione di caffeina. Ma la pausa è un bene o un male per l'azienda. Secondo lo studio, ritrovarsi intorno alla macchinetta promuove le interazioni tra colleghi, rafforza i legami e sviluppa lo scambio di idee e la creatività. Per l'81% degli intervistati il coffee break svolge un ruolo importante nella trasmissione delle competenze.

Senza mettere in dubbio la bontà della ricerca, non può essere taciuto il fatto che sia stata commissionata da un'azienda "di parte", Nespresso. La domanda è: possibile che le pause (caffè o sigaretta) non inficino la produttività? Uno studio britannico conferma che il tempo è denato: i break costano all'azienda 490 euro l'anno per ogni dipendente.    

   

 


 

Tags:
pausa caffèproduttivitàazienda
i più visti
in evidenza
Italia ripescata ai mondiali? La sentenza della Christillin (Fifa)

Il caso scottante

Italia ripescata ai mondiali?
La sentenza della Christillin (Fifa)


casa, immobiliare
motori
A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.