A- A+
Economia

Il governo Letta archivia lo stop dell'esecutivo Monti in materia di rivalutazione degli assegni pensionistici. Dopo il voto del Senato (il provvedimento approda ora alla Camera), con la legge di Stabilità torna l'adeguamento al costo della vita per le pensioni superiori ai 1486 euro lordi al mese (tre volte la minima), ma in forma limitata (progressiva) e comunque non oltre i 2.972 euro lordi (sei volte la minima).

Torna poi anche il contributo di solidarietà sulle cosiddette pensioni d'oro che la Corte Costituzionale, a giugno, aveva cancellato. Il prelievo su questi assegni, di importi superiori ai 6.936 euro lordi al mese, sarà del 6-12%. Sono le principali novità del capitolo previdenza contenute nel maxiemendamento alla manovra appena approvata a Palazzo Madama.

DI SEGUITO, TUTTI I CAMBIAMENTI, NEL DETTAGLIO SULLE PENSIONI

Tags:
pensionistabilita
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.