A- A+
Economia
Cina

Non c'è solo il rischio bolla immobiliare. In Cina, le autorità temono anche per l'effetto domino che un crack finanziario potrebbe eventualmente innescare e che finirebbe per abbattersi sull'economia reale che ha bisogno di continuare a crescere a tassi elevati per garantire la coesione sociale.

Così Pechino intende mettere le briglie e rendere più trasparente il suo sistema bancario ombra, chiedendo alle banche di dare più informazioni sulle loro attività fuori bilancio. Lo scrive il Financial Times, citando fonti che stanno lavorando alle nuove regole.

I numeri della finanza ombra in Cina parlano chiaro e ne rivelano le potenzialità di un impatto sistemico. Le attività fuori bilancio delle banche cinesi hanno quadruplicato il proprio valore dal 2008, toccando i 3.200 miliardi di dollari, una cifra pari al 40% della produzione economica.

Si tratta di attività che hanno dato un contributo cruciale alla ripresa della crescita cinese nel 2012, ma che analisti e agenzie di rating considerano un serio rischio per la stabilità dell'economia cinese.

Le autorità di Pechino, oltre a richiedere alle banche di rendere più trasparenti questi investimenti fuori bilancio, stanno anche considerando la possibilità di stabilire dei tetti, che leghino queste attività a una precisa percentuale degli asset bancari.

Tags:
cinabanche

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.