A- A+
Economia
Pil, inflazione e debito: l'Italia è entrata in un black tunnel senza uscita
(Fonte immagine: Imagoeconomica) 

Il black tunnel dell'economia e  della finanza. L'analisi 

Immaginate di essere in auto e state percorrendo una strada di montagna, il panorama è bellissimo, avete oltrepassato alcune piccole gallerie senza fari ed ora siete entrati in una galleria dove non vedete niente, sentite sordidi tonfi sulla macchina e certamente state incontrando delle buche.

A questo punto sarete costretti ad accendere i fari e a smontare dalla macchina per vedere cosa è successo e come proseguire. Perché questa piccola storiella? Come avrete ben compreso si tratta di introdurre un argomento che ci coinvolge tutti i giorni, sia nell’economia sia nella finanza.

Mi spiego meglio: inflazione (manca poco alle due cifre), parità dollaro-euro (dopo 20 anni), guerra russo-ucraina, prezzi delle materie prime con incrementi a 2 o 3 cifre, importazione di gas a singhiozzo e con il rischio di avere chiusi i rubinetti, il resto aggiungetelo Voi.

Ed ecco alcuni numeri, in ordine sparso, per quanto riguarda l’economia e la finanza italiana: anno 2000 anno 2022, disoccupazione % 10,3 9,2, inflazione % 4.9 6,8, debito pubblico MLD 1300,34 2.755,4 (marzo), PIL MLD 1350,29 1.781,2, indice FTSE MIB 51.093 (6 marzo) 20,554 (14 luglio). 

Ora, in riferimento ai dati possiamo dire che per oltre 20 anni non abbiamo avuto niente di soddisfacente e di programmazione neanche a parlarne ed ecco che stiamo arrivando a quello che io chiamo black tunnel cioè la mancanza di una visione chiara di quello che potrebbe accadere. Adesso sicuramente la storiella iniziale ha un senso.

Domande di rito: le banche Centrali, detentrici del denaro, i cattedratici dell’economia, i guru della finanza ed i chiaroveggenti dello scibile scientifico-economico-finanziario dov’erano e dove sono? Capaci tutti ad elencare i problemi, ma è difficile trovare chi porta delle soluzioni. Il mondo che abbiamo conosciuto sta cambiando velocemente e probabilmente solo lo spirito di adattamento dell’essere umano darà l’opportunità per un adeguamento forse indolore. Chiudo con un consiglio.

L’Ing. Roberto Vacca nel 1971 diede alle stampe un libro intitolato Il medioevo prossimo venturo cioè: il volume, destinato al grande pubblico, vide un ampio successo in termini di copie vendute e di influenza nel dibattito su tematiche tecnologiche ed ambientali.

Esso, basato sul lavoro del Club di Roma, descrive uno scenario futuro caratterizzato da una regressione della specie umana ad un livello pre-tecnologico, in un contesto basato sulla povertà e la lotta per la sopravvivenza. Il libro rimane un classico nel suo ambito e pone domande spesso ancora attuali.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    black tunnelfinanza




    
    in evidenza
    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

    Europee/ L'idea di Lancini

    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
    C'è la casella Stop utero in affitto


    motori
    Mercedes-Benz Vans e ONOMOTION lanciano la e-cargo per l’ultimo miglio

    Mercedes-Benz Vans e ONOMOTION lanciano la e-cargo per l’ultimo miglio

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.