A- A+
Economia
Fiat, a Pomigliano arrivano i contratti di solidarietà

Niente cassa integrazione, ma contratti di solidarieta' che coinvolgono un bacino di dipendenti piu' ampio dei 1500 che in questi anni hanno usufruito della Cassa integrazione in deroga. E' questo, in grandi linee, l'accordo raggiunto da sindacati e Fiat per lo stabilimento di Pomigliano d'Arco, in fase di limatura e che sara' firmato a breve.

Sara' necessaria poi una seconda riunione, fissata gia' per il 28 marzo, per avere nel dettaglio la lista dei lavoratori coinvolti. L'azienda poi presentera' l'istanza agli uffici della regione Campania.

Secondo quanto si e' appreso, poi, la riduzione di orario prevista dall'intesa e' del 59%, un punto in meno da quella prevista dalla legge come tetto massimo che e' al 60%.

Fiat Chrysler, poi, anticipera' il trattamento economico per i lavoratori interessati dal contratto di solidarieta' che avra' durata di 12 mesi. Sono contemplati anche moduli di formazione per operai non coinvolti finora nella produzione della nuova Panda. Sarebbero 2mila i lavoratori interessati su 800 postazioni, mentre non sarebbero ricompresi nei contratti di solidarieta' quelli dell'area A che gia' sono formati e impegnati sulla nuova Panda.

Tags:
fiatpomiglianocontratti di solidarietàcassa integrazione

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.