A- A+
Economia

Non riescono a fare prezzo in borsa le principali banche popolari quotate. I titoli sono sotto tensione a causa dell'ipotesi di trasformazione in spa allo studio del governo. Ubi banca segna un rialzo teorico del 5,5%, Bpm dell'8,5%, Banco popolare del 9,4%, la Bper dell'11,5%.

La notizia secondo cui il Governo presieduto da Matteo Renzi già martedì porterà in Consiglio dei Ministri la riforma del settore, con l'eliminazione del voto capitario, ha preso in contropiede l'intero comparto. Per questo già domani, il presidente di Assopopolari, Ettore Caselli, ha fissato d'urgenza una serie di incontri istituzionali a Roma per verificare nel dettaglio le  modalità dell'iniziativa governativa e le ricadute potenziali sul comparto e valutare la presa di posizione ufficiale del settore.

L'obiettivo dell'esecutivo sarebbe in realtà quello di facilitare le aggregazioni e, per tale via, il salvataggio di Banca MPS (+0,4%) e Banca Carige (+1,1%), istituti bocciati da stress test e AQR della BCE e pronte a varare un aumento di capitale.

Tags:
popolarispavoto capitarioborsa
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio

Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.