A- A+
Economia
saccomanni 500

"I risultati 2012 e le previsioni 2013 e 2014 sono tali da consentire di chiudere la procedura di disavanzo eccessivo nelle prossime settimane, entro dine maggio o al massimo ai primi di giugno". Lo ha sottolineato il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, in occasione della presentazione del Rapporto Ocse sull'Italia. Un'eventualità che, secondo il neo-ministro, "darebbe un forte contributo alla riduzione dello spread".

In una delle sue prime uscite ufficiali, Saccomanni professa cautela. Ripresa già da quest'anno? "Ce la mettiamo tutta". Cig ed esodati? "Sono nella lista delle priorità ma non è possibile affrontarli con interventi improvvisati".

"Siamo orientati - ha proseguito il ministro - a un rilancio della crescita sostenibile e proseguiamo con fermezza sulla strada delle riforme strutturali già iniziate. Riforme che hanno anche un effetto di sostegno alla crescita". Crescita: è la parola d'ordine per Letta e Saccomanni: "E' con la crescita che si riduce l'onere del debito, bisogna rafforzare la competitività e la produttività dell'economia italiana. Il governo intende proseguire in una strategia orientata alla crescita - ha osservato il ministro dell'Economia - coniugando le politiche europee di stabilita' precise per la ripresa delle attività e dell'occupazione. La creazione di posti di lavoro e' essenziale per risolvere il problema dell'indebitamento".

Tags:
saccomanniinfrazione uedeficit
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.