A- A+
Economia
Puma rallenta la corsa: ricavi giù. E si affida ad Alexander McQueen

Puma non corre più. Il gruppo tedesco dello sportswear ha infatti archiviato il secondo trimestre del 2014 con numeri sotto le attese. A deludere in particolare i ricavi che si sono fermati a 652,2 milioni di euro dai 692,3 milioni dell'analogo periodo dell'anno precedente e contro le stime che parlavano di 657,6 milioni.

Tengono le vendite che, a tassi di cambio costanti, mostrano una crescita dello 0,6 per cento.Il risultato operativo è scivolato del 60% a 12,6 milioni di euro rispetto ai 10,2 milioni pronosticati dal consenso.

Una brutta trimestrale che arriva a pochi giorni dal mega-party londinese organizzato dal big teutonico per presentare la nuova collezione Puma x McQ disegnata dal direttore creativo di Alexander McQueen, Sarah Burton, per l'autunno-inverno 2014.

La collezione di urban-sneakers ispirate proprio alla capitale inglese offre una serie di modelli energici e glamour, perfetto connubio tra il fashion di Alexander McQueen e la sportività di Puma.

Tags:
pumaalexander mc queenmoda
i più visti
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."


casa, immobiliare
motori
Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.