A- A+
Economia
corriere

twitter@paolofiore

L'ad Pietro Scott Jovane ha raggiunto l'obiettivo: chiudere la cessione degli immobili Rcs entro Natale al fondo Usa Blackstone per 120 milioni. Lo ha fatto non senza resistenze, sia dei giornalisti del gruppo, sia di alcuni membri del Cda. 

Il Consiglio di amministrazione ha infatti approvato "a maggioranza" la vendita del complesso di via Solferino e via San Marco, che oggi ospita le redazioni di Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport. Lo ha ufficilizzato la società al termine di un lungo board, nel quale alcuni consiglieri, come Marchetti e Pesenti, si sarebbero opposti alla decisione di Jovane.

Toccherà adesso all'amministratore delegato e al direttore finanziario di finalizzare l'operazione, che comprende "la stipula di contratti di affitto da parte di Rcs sull'intero complesso, con durate variabili sulle diverse porzioni". Un'opzione che non incontrerà le resistenze del nuovo proprietario: interpellato da Affaritaliani, Blackstone conferma che "il piano prevede l'affitto degli immobili a Rcs". Corriere e Gazzetta rimarranno in via Solferino. Tramontano quindi le ipotesi che vedevano arrivare nella storica sede del giornale un nuovo inquilino, come Versace.

Cosa farà adesso il Cdr del Corriere? In una nota il comitato di redazione bissa l'intervento dello scorso 31 ottobre, che aveva concorso a far slittare la vendita: "Il Cdr continuerà a percorrere tutte le strade per promuovere un’azione di responsabilità" contro i consiglieri perché ritiene l'operazione "folle dal punto di vista finanziario".

 

Tags:
rcsvia solferinopietro scott jovane
i più visti
in evidenza
Leao perde la causa milionaria Pagherà 20 mln di risarcimento

Chiuso il caso con lo Sporting

Leao perde la causa milionaria
Pagherà 20 mln di risarcimento


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.