A- A+
Economia
Renzi: dopo decisioni Bce non ci sono più alibi per credito alle imprese

"La crisi non è finita ma può essere vinta". E ancora: "Dopo le decisioni della Bce al sistema bancario italiano diciamo che non ci sono più alibi per non dare credito alle imprese". Lo ha detto il premier Matteo Renzi inaugurando Pitti Uomo a Firenze. "Dopo l'innovazione portata da Mario Draghi e dal board della Bce non ci sono più alibi per non dare credito alle imprese" e quindi "lo chiediamo con forza agli istituti di credito", ha affermato il presidente del Consiglio, oper il quale "se è vero che non c'é stato credit crunch, è vero che c'é stata una contrazione incredibile. Guai a chi crede che ci siano ancora alibi".

Quanto alle inchieste su Expo e Mose, "è giusto fare pulizia, sradicando il malaffare. Però l'Expo è visto e va visto come una gigantesca chance per l'Italia", ha detto Renzi, che ha aggiunto: "Raccontiamo sempre che in Italia va tutto male - ha aggiunto Renzi - siamo i peggiori direttori commerciali di noi stessi. Dobbiamo raccontare un'Italia diversa e ciò può succedere con l'Expo".

Tags:
renzibce
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio

Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.