A- A+
Economia


 

Credit 500

Riparte il risiko bancario nel Vecchio Continente con il Credit Suisse, la seconda banca svizzera che si rafforza nel suo core business, comprando le attività di wealth management della banca d'affari statunitense Morgan Stanley nell'area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa).

Il closing è previsto nel secondo semestre al realizzarsi di determinate condizioni, ma se l'operazione avrà successo, la banca rossocrociata metterà le mani su un patrimonio gestito di oltre 13 miliardi di dollari  (10,6 miliardi di euro) principalmente nel Regno Unito, in Italia e a Dubai, diventando uno dei primi 10 gestori nel wealth management a Londra. Con elevate prospettive di crescita nel promettente mercato russo.

Le attività acquisite saranno integrate nella piattaforma Private Banking&Wealt Management del gruppo di Zurigo dove confluiranno soprattutto clienti ultra high net worth e high net worth ovvero soggetti dotati di un patrimonio netto di almeno 30 milioni di dollari, i primi, e di almeno 100 mila dollari i secondi.  

Per Morgan Stanley, invece, l'operazione è coerente con una maggiore concentrazione sul wealth management negli Stati Uniti, mercato geografico core della banca d'affari, dove l'amministratore delegato James Gorman punta a ottenere ritorni più stabili in grado di compensare la volatilità dei risultati dell'attività di trading e investment banking.

"Accelerare la crescita sui nostri mercati internazionali e ampliare ulteriormente la clientela ultra high net worth restano le priorità fondamentali per il Credit Suisse", ha commentato l'operazione Romeo Lacher, responsabile del Private Banking per l'Europa Occidentale, secondo cui "negli ultimi anni Morgan Stanley si è imposta sul mercato in maniera importante nel comparto della gestione patrimoniale". Oltre ai patrimoni, il Credit Suisse che ha recentemente perso il responsabile investimenti del gruppo Stefan Keitel, passato alla banca privata tedesca Berenberg, annetterà alla propria squadra anche i banchieri Emea operanti nel wealth management della banca statunitense. La Borsa ha accolto bene la notizia: sul listino azionario di Zurigo, infatti, il titolo Credit Suisse sta portando a casa oltre un punto e mezzo percentuale a 25,33 franchi svizzeri.

 

 

Tags:
credit suissemorgan stanley
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.