A- A+
Economia
cipro 500 1

Schiacciato tra Europa e Russia, Cipro continua a cercare una via d'uscita: se Bruxelles chiede un piano B che tarda ad arrivare, Nicosia non ha ancora raggiunto un accordo con Mosca. L'unica novità, per ora, è un'intesa approvata dal parlamento dell'isola sulla creazione di un fondo di solidarietà, anche se non è ancora chiaro come il fondo verrà alimentato. In attesa di una svolta che scongiuri il default del Paese, restano in campo diverse ipotesi. Wouter Sturkenboom, investment strategist di Russell Investments, ne ha individuate quattro.  

Scenario 1: Il pacchetto di salvataggio sarà rinegoziato. Questo starebbe a significare che, votando no, Cipro ha scoperto con successo il bluff della Troika. Da un lato, questo scenario non è del tutto improbabile, poiché l’ammontare del prestito in gioco è relativamente basso, mentre il rischio di un’uscita di Cipro dall’Unione Monetaria Europea è molto alto. Dall’altro lato, le possibilità di successo di una rinegoziazione sono poche poiché richiederebbero inevitabilmente qualche forma di trasferimento fiscale diretto. Senza questo trasferimento, credo che l’impegno economico per il Fondo Monetario Internazionale sarebbe troppo oneroso per essere accettato. Politicamente, poi, sarebbe una strada molto ripida da percorrere e da far accettare ai vari parlamenti in Germania e in Olanda. Gli investitori ricordano il supporto dato dalla maggior parte dei partiti politici tedeschi al pacchetto di salvataggio - e al relativo intervento sui depositi - che è stato rifiutato.

Scenario 2: la Russia cavalca la situazione. Cipro potrebbe decidere di cadere nelle braccia della Russia, vendendo la sua seconda maggiore banca a Gazprom, allungando la durata del suo prestito di 2,5 miliardi di Euro dal 2014 al 2020 e vendendo azioni della società nazionale di gas cipriota. Ritengo, tuttavia, che questo non sarebbe sufficiente per recuperare i 5,8 miliardi di Euro richiesti ai fini del salvataggio. Se Cipro volesse, inoltre, mantenere il prestito di 10 miliardi di Euro da parte della Troika, un nuovo prestito russo che coprisse la differenza non credo sarebbe gradito. L’ipotesi, inoltre, di un salvataggio totalmente a carico della Russia per un ammontare di 15,8 miliardi di Euro sembra improbabile rendendo quindi questo scenario difficile da realizzarsi.

Tags:
cirpouebanche

i più visti

casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.