A- A+
Economia

Le principali sigle sindacali della scuola (Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda e Snals-Confsal) hanno approvato un documento, nel corso di un'assemblea che si e' tenuta a Roma, che indice una manifestazione nella Capitale il 30 novembre per chiedere delle modifiche alla legge di stabilita' per quanto riguarda il settore scuola.

"Questo e' solo il primo passo", ha detto il segretario generale della Flc Cgil, Mimmo Pantaleo, "con questa manifestazione chiediamo modifiche alla legge di stabilita' partendo da richieste precise: il rinnovo del contratto, il pagamento degli scatti di anzianita' dal 2012, un piano di investimenti per la scuola pubblica e un piano pluriennale per la stabilizzazione dei precari. Le risposte che abbiamo avuto finora su questi punti sono state del tutto insufficienti".

"Oggi partiamo con una grande mobilitazione nazionale - ha affermato Francesco Scrima, segretario generale della Cisl Scuola - cui seguira' la manifestazione del 30 novembre ma se non ci saranno risposte ci saranno altre mobilitazioni e iniziative perche' quando c'e' di mezzo la dignita' delle persone il sindacato non deve fare nessun passo indietro".

Rivolgendosi ai rappresentanti sindacali, Scrima ha poi annunciato che "tutti insieme chiederemo un incontro urgente al ministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza, perche' lei deve affrontare i problemi della scuola con i suoi protagonisti". "Di fatto - ha concluso Scrima - il nostro contratto e' bloccato dal 2008 perche' l'allora presidente del Consiglio Romano Prodi non volle aumentare nemmeno di un euro le retribuzioni. Se il governo vuole trovare le risorse puo' farlo con una lotta all'evasione fiscale seria e tagliando gli sprechi derivanti per esempio dal pagamento degli stipendi dei dirigenti, che sono veramente troppi".

"Il governo deve aprire un negoziato con noi - ha infine sottolineato Massimo Di Menna, segretario generale della Uil Scuola - per la restituzione dei 300 milioni di scatti del 2013 che sono stati prelevati con un decreto per risparmiare sulla spesa pubblica. Con l'esecutivo dobbiamo inoltre discutere di un piano di investimenti per la scuola perche' per il momento a parole si presta attenzione nei confronti della scuola ma poi, nei fatti, non e' cosi'".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
scuolamanifestazione nazionalelegge di stabilità
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.