A- A+
Economia
Le banche premono su Sorgenia. Massiah: "Posizioni distanti"

"Sono fiducioso". "Posizioni distanti". Due frasi che descrivono la nebbia che circonda Sorgenia. Entrambe sono di amministratori delegati di banche creditrici. 

Il più ottimista è l'ad di Unicredit Federico Ghizzoni. La ristrutturazione del debito "è in via di definizione". Ma il banchiere si è definito "fiducioso". Dall'altra parte c'è Victor Massiah, ad di Ubi. "La situazione è estremamente delicata, non ci sono notizie ultime. Sono in corso negoziazioni serrate, ma le posizioni sono distanti ed è difficle fare previsioni", ha detto il manager. Che ha aggiunto: "Ci tengo tuttavia a dire che il ceto bancario è compatto in questa operazione".

"Il ceto bancario" si sarebbe riunito in mattinata per cercare una soluzione. I numeri in ballo sono significativi: 21 istituti creditori e 1,9 miliardi di debiti accumulati da Sorgenia. Le banche chiedono alla Cir, holding della famiglia De Benedetti, di versare almeno 150 milioni di aumento di capitale. Il gruppo spera di non andare oltre i 100.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sorgenianegoziatibanchede benedetti
i più visti
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.