A- A+
Economia
Addio al superbollo? Il governo smentisce

Non e' allo studio alcuna norma che riguarda la cancellazione del superbollo. Lo rivelano fonti del Tesoro, interpellate in merito all'ipotesi di un intervento che cancelli la tassa dalle autovetture cosiddette di lusso. L'ipotesi era stata ventilata oggi ma secondo quanto spiegato da fonti dell'esecutivo, si tratta solo di uno dei temi di cui discuteranno venerdi' i rappresentanti del governo e delle associazioni al tavolo del ministero dello Sviluppo.

Secondo altre fonti di governo, "ci sono tante cose in ballo per il rilancio del settore, e tra queste anche le forme di tassazione. Ma sul punto non c'e' ancora niente di definito".

E anche alcune delle associazioni, che guardano con grande favore alla cancellazione della tassa, fanno sapere di non avere conferme. Non e' allo studio alcuna norma che riguarda la cancellazione del superbollo. Lo rivelano all'Agi fonti del Tesoro, interpellate in merito all'ipotesi di un intervento che cancelli la tassa dalle autovetture cosiddette di lusso.

L'ipotesi era stata ventilata oggi ma secondo quanto spiegato da fonti dell'esecutivo, si tratta solo di uno dei temi di cui discuteranno venerdi' i rappresentanti del governo e delle associazioni al tavolo del ministero dello Sviluppo. Secondo altre fonti di governo, "ci sono tante cose in ballo per il rilancio del settore, e tra queste anche le forme di tassazione. Ma sul punto non c'e' ancora niente di definito". E anche alcune delle associazioni, che guardano con grande favore alla cancellazione della tassa, fanno sapere di non avere conferme.

Per l'Anfia "l'eliminazione del superbollo auto e' un tema su cui stiamo lavorando da tempo insieme ad altre associazioni del settore. E nei prossimi giorni avra' effettivamente luogo un incontro al riguardo con l'Esecutivo". Ma fonti dell'associazione non sono in grado di confermare che "ci siano sviluppi o novita'". Una fonte di vertice di Federauto (l'associazione dei concessionari) aggiunge che "l'argomento e' sul tavolo da mesi, noi abbiamo sempre sostenuto che si tratta di una norma demagogica introdotta dal governo Monti piu' per una questione ideologica che pratica, ma non ci risulta che ci siano novita' al momento. Dire che il governo e' pronto a cancellarla mi pare una fuga in avanti - prosegue la stessa fonte - ma se cosi' fosse comunque sarebbe una novita' positiva".

A meta' settembre il viceministro dell'Economia, Luigi Casero, aveva detto che la rimozione del superbollo era gia' al vaglio del governo: "e' stato sbagliato metterlo e costa pochissimo toglierlo", aveva dichiarato. E poche settimane dopo tutte le associazioni dei costruttori avevano inviato una lettera al ministero dell'Economia per chieder di "abolire la dannosa e controproducente sovrattassa sul bollo auto, nata nel 2011 per portare nelle casse dello Stato 168 milioni di euro, che ha prodotto una serie di effetti perversi che stanno penalizzando l'Erario, il mercato dell'auto e il suo indotto".

L'addizionale erariale sul bollo auto, pari a 10 euro per ogni kW di potenza del veicolo superiore ai 225 kW, era stata introdotta nel luglio 2011. Dal 1 gennaio 2012, la sovrattassa e' stata portata a 20 euro/kW ed estesa alle vetture con potenza superiore ai 185 kW. "Nelle intenzioni dell'esecutivo la misura avrebbe dovuto portare alle casse dello Stato 168 milioni di euro - dichiaravano le associazioni a fine settembre - ma non e' andata cosi'. Nel solo 2012, invece, si e' determinata una perdita complessiva, tra minori entrate fiscali e mancato introito, di circa 140 milioni di euro".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
superbolloautotasse
i più visti
in evidenza
CR7-Manchester, divorzio vicino Georgina mostra il pancione

Le foto

CR7-Manchester, divorzio vicino
Georgina mostra il pancione


casa, immobiliare
motori
Stellantis celebra il suo primo anno di successi

Stellantis celebra il suo primo anno di successi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.