A- A+
Economia
Mantenere il segreto bancario. Presto un referendum in Svizzera

Gli svizzeri saranno chiamati ad esprimersi sul mantenimento del segreto bancario nella Confederazione: un comitato composto da partiti di destra ha infatti raccolto più di 117 mila firme in favore dell’iniziativa popolare «Sì alla protezione della sfera privata». In Svizzera bastano centomila firme per sottoporre un testo al voto.

Il comitato contesta la presunta «creazione di uno Stato onnipresente e onnisciente nella vita dei cittadini: l'introduzione dello scambio automatico d'informazioni all'interno del Paese danneggerebbe la fiducia tra Stato e cittadini: «è tempo di porre fine a tali tendenze avverse al cittadino, almeno all'interno del paese», affermano aggiungendo che «ogni persona con domicilio in Svizzera deve essere protetta nella sua sfera privata finanziaria in particolare dalle autorità nazionali». I promotori precisano che «l'iniziativa non protegge né gli evasori, né i frodatori fiscali. Quando sussiste il motivato sospetto dell'esistenza di un reato grave, le autorità nazionali continueranno a ottenere informazioni da terzi». La popolazione potrebbe esprimersi sull'iniziativa nel 2016.

In un comunicato l'Associazione svizzera dei banchieri (ASB) ha osservato come l'iniziativa risponda a una preoccupazione legittima ma definiscono la proposta di referendum «inadeguata» e hanno fatto sapere che non sosterranno il testo.

Tags:
svizzera
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.