A- A+
Economia

Se paghi subito paghi meno. E i Comuni, affamati di risorse, potranno incassare subito le multe. Il deputato Pd Michele Meta, presidente della Commissione trasporti della Camera, ha proposto un emendamento al decreto del Fare che, se approvato, applicherebbe uno "sconto" del 20% alle multe pagate entro cinque giorni. "Entro l’estate dovrebbe diventare legge", afferma Meta. La nuova misura sarebbe utile agli automobilisti, ma soprattuto ai Comuni. Perché, quando si parla di multe, i ricorsi fioccano e gli enti locali tardano a incassare risorse vitali al loro funzionamento. 

SEI D'ACCORDO? DI' LA TUA

Sulla proposta sono tutti d'accordo. Anzi, il Governo, a cominciare dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, preferirebbe uno sconto ancora maggiore, del 30%. Secondo i suoi promotori, la legge non avrebbe controindicazioni perché non sarebbe un incentivo a trasgredire quanto un modo per recuperare risorse. Con l'Imu sulla prima casa ridotta, rimodulata o cancellata, i sindaci ne hanno ancor più bisogno. Una mano potrebbe arrivare da un altro provvedimento: la legge che obbliga a investire il 50% dei proventi derivati dalle multe in manutenzione delle strade. Peccato che manchi un decreto attuativo. Potrebbe presto arrivare. Poche righe basterebbero per indirizzare un fetta consistente di bilancio.        

Tra rimborsi e premi assicurativi, gli incidenti valgono un punto del Pil (circa 20 miliardi). Indirizzare parte di queste risorse verso i cantieri renderebbe le strade più sicure e creerebbe lavoro. "Stiamo parlando di un tesoretto pari a quello della banda larga”.


 

Tags:
multecomuniproposta di legge
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.