A- A+
Economia
Contro Uber e carsharing i tassisti si fanno l'app

Si chiama It Taxi e promette battaglia a Uber. Mentre infatti l'applicazione che permette a tutti di diventare tassisti spopola in diverse città d'Italia e annuncia la sfida anche ai Pony Express, l’URI (Unione Radiotaxi d’Italia) fa la sua contromossa presentando un'app che promette prezzi bassi e servizio di qualità. It Taxi, appunto.

Si tratta di un'applicazione gratuita per iPhone  e Android che mette in contatto tassisti e clienti in oltre 40 città italiane, per prenotare, pagare e valutare il taxi attraverso il proprio smartphone.

Ha appena terminato il suo periodo di sperimentazione (la codiddetta fase beta) ed è ufficialmente pronta a lanciare il servizio business dedicato alle aziende.

“Il progetto è stato concepito nel 2012, poi abbiamo avviato una lunga fase di test per verificarne l’integrazione con il nostro sistema di gestione e assegnazione delle corse, che riceve prenotazioni anche via telefono, sms, pc; migliorare l’aspetto dei pagamenti online; informare i tassisti; raccogliere feedback sul servizio, che abbiamo esteso gradualmente a oltre 10.000 auto – spiega il presidente Uri Loreno Bittarelli –. Il nostro core business resta quello di trasportare persone da un punto all’altro della città e possiamo dire solo ora di essere pronti ad annunciare e spingere ufficialmente il servizio, che subirà nei prossimi mesi nuove ulteriori modifiche per andare incontro sempre meglio alle esigenze di mobilità dei nostri clienti”.

Il funzionamento è semplice. Una volta registrati, IT Taxi rileva la nostra posizione grazie alla geolocalizzazione e invia la richiesta direttamente alla Centrale Radiotaxi. Una notifica invia immediatamente la sigla della vettura e il tempo di attesa al cliente. Non solo: è possibile anche scegliere la vettura (Station Wagon, pulmino) e il conducente (ad es. lingua inglese); consultare in tempo reale lo stato della richiesta; visualizzare la posizione del taxi in arrivo direttamente sulla mappa, e infine pagare la corsa con PayPal e ricevere in automatico la ricevuta per mail.

Previsto anche un servizio di recensione per esprimere il proprio giudizio sulla qualità del servizio o aggiungere il taxi tra quelli indesiderati, affinché venga automaticamente escluso dalle ricerche successive. Infine i clienti business convenzionati con uno dei Radiotaxi URI possono offrire a dipendenti e clienti l’opportunità di usufruire della corsa senza doversi preoccupare del pagamento, che verrà addebitato direttamente sull’account aziendale.

Tags:
ubercarsharingtassistiappit taxiradiotaxitaxi

in evidenza
"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari


casa, immobiliare
motori
Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.