A- A+
Economia

Divisi su Imu, Iva, legge elettorale. Uniti, invece, per impedire che Telecom finisca in mani straniere. Forza Italia e Pd chiedono al governo Letta di riferire in aula.

BRUNETTA- Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl, in una nota afferma: "Sulla vendita di azioni Telco alla societa' spagnola Telefonica e sul conseguente nuovo assetto di controllo di una delle imprese chiave per lo sviluppo del nostro Paese, Telecom Italia, serve un quadro dettagliato per esprimere qualsiasi giudizio ma e' evidente che e' proprio la mancanza di dettagli e di chiarezza che alimenta le preoccupazioni. Per questo chiedo al presidente del Consiglio, Enrico Letta, di venire in Aula alla Camera dei deputati a illustrare la valutazione e le considerazioni del governo su un'operazione che rientra nelle logiche di mercato, e come tale non e' stata preannunciata, ma coinvolge da molto vicino tutti gli sforzi e gli investimenti che le imprese e le pubbliche amministrazioni stanno mettendo in campo per affrontare la sfida dell'economia digitale".

"In particolare eravamo rimasti fermi alle frammentarie e contraddittorie informazioni sullo scorporo della rete fissa, all'ipotesi d'ingresso della Cassa Depositi e Prestiti, alla trasformazione di Telecom Italia da azienda nazionale di telecomunicazioni ad attore protagonista della sfida mondiale dei servizi via internet, alla necessita' di ingenti investimenti in infrastrutture per le reti di nuova generazione, alle preoccupazioni sull'indebitamento e sulle tariffe" afferma Brunetta. "Cosa cambiera' con i due terzi del capitale Telco in mano agli spagnoli? Ci saranno ancora le risorse per gli investimenti e per lo sviluppo dei servizi? A che punto e' il progetto di scorporo della rete fissa e quali sono le prospettive del settore in Italia? Sono solo alcune delle domande alle quali il presidente del Consiglio dovra' rispondere, e mi auguro lo faccia nel piu' breve tempo possibile e senza perdere di vista il fatto che in questi giorni il nostro Paese continua a cedere pezzi pregiati a imprese straniere e fatica a investire su stesso. Se continuiamo cosi' ci resteranno solo le scorie di quello che era ed e' ancora un grande sistema industriale".

SPERANZA- "Le notizie che arrivano sul caso Telecom sono molto preoccupanti perche' riguardano asset stragici del nostro paese. Chiedo pertanto che il governo venga al piu' presto a riferire alla Camera circa il futuro di questa azienda". Cosi' in una nota Roberto Speranza, capogruppo Pd alla Camera.

CIVATI- Quella di Telecom "e' la prima delle privatizzazioni all'italiana di cui parla Letta? Cedere pezzi significativi del Paese per mantenere in piedi 'questa' classe dirigente, pubblica e privata? Perdere il controllo di occupazione, ricerca e sviluppo in settori strategici mentre quelli tradizionali vanno a picco". Lo scrive Pippo Civati, candidato alla segreteria del Pd, sul suo blog: "Questo e' il quadro, mentre i talk show si preoccupano dell'agibilita' politica di questo o di quello. Ce lo meritiamo? Io dico di no e non mi rassegno". A rassegnarsi, invece, sono per Civati "molti, troppi nostri giovani. Costretti ad andarsene, per via delle condizioni in cui il Paese e' stato messo dalle sue classi dirigenti. Si sono venduti anche Telecom. A Telefonica, si' a quegli spagnoli che teoricamente dovrebbero stare peggio di noi, ma trovano le risorse per consolidarsi nei settori strategici", continua l'esponente democratico. "Ora, nessun operatore italiano nella telefonia. Se la sono venduta con tutte le attivita' estere in Sud America. E con tutta la rete. Si', si sono venduti anche l'infrastruttura. Dice il 'grande' Bernabe', l'amministratore delegato che l'ha riempita di debiti, che non c'e' problema: l'Agcom non ha motivi di interferire con questa cessione, se il nuovo proprietario rispettera' le regole che impongono la concorrenza per l'accesso alla rete. Forse che in Italia c'e' qualche problema nella effettiva operativita' delle Agenzie pubbliche che dovrebbero predisporre le regole per la liberalizzazione dei mercati e, soprattutto, controllarne l'applicazione?".

LETTA - A fine giornata arriva anche il commento del presidente del Consiglio, Enrico Letta. Il premier ha promesso che il suo governo vigilera' "sui profili occupazionali e sugli aspetti strategici per l'Italia" nell'acquisizione di Telecom da parte di Telefonica, ma ha sottolineato che "capitali europei potrebbero aiutare Telecom a essere migliore rispetto a come e' stata in questi 15 anni".

Tags:
telecomlettabernabè
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes

Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.