A- A+
Economia
Trimestrale amara per Telecom Italia. Per il mobile calo a doppia cifra

L'utile netto di Telecom Italia nel I trimestre scende a 222 milioni di euro dai 364 milioni del primo trimestre 2013 (-39%). I ricavi sono scesi del 6,2% in termini organici a 5,188 miliardi di euro e l'ebitda arretra del 5,7% a 2,2 miliardi di euro.

L'indebitamento finanziario netto rettificato di Telecom si attesta a 27,529 miliardi di euro nel primo trimestre, in rialzo di 722 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2013 (in quanto risente della usuale dinamica della generazione operativa del flusso di cassa) e in calo di 1,2 miliardi di euro rispetto al 31 narzo 2013. I ricavi nel primo trimestre 2014 ammontano a 5.188 milioni di euro, in calo dell'11,9% rispetto ai 5.889 milioni di euro del primo trimestre 2013 (-701 milioni di euro). In termini di variazione organica, calcolata escludendo l'effetto della variazione dei tassi di cambio e del perimetro di consolidamento, i ricavi consolidati sono in riduzione del 6,2% (-340 milioni di euro). Gli investimenti industriali nel primo trimestre 2014 sono pari a 684 milioni di euro, con un decremento di 82 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2013. Il personale del Gruppo al 31 marzo 2014, escludendo le 16.518 unita' relative alle Discontinued Operations, e' pari a 65.613 unita', di cui 53.083 in Italia (65.623 unita' al 31 dicembre 2013, di cui 53.155 in Italia).

Per l'anno in corso Telecom nota che "il mercato delle telecomunicazioni continua ad essere caratterizzato da una flessione dei servizi tradizionali (accesso e voce) a fronte di un incremento dei servizi innovativi (broadband e servizi broadband enabled)"; per cui "si prevede che l'effetto combinato di questi fenomeni determini una ulteriore flessione complessiva del mercato domestico, comunque piu' contenuta rispetto a quella osservata nel 2013, ed una crescita del mercato Brasile. In tale contesto, il Gruppo Telecom Italia, come annunciato nel Piano 2014 - 2016, continuera' a difendere le proprie market share, ad investire nello sviluppo delle infrastrutture, con una forte accelerazione degli investimenti innovativi destinati in particolare all'Ultra Broadband, per sostenere i ricavi da servizi tradizionali e promuovere la crescita dei ricavi da servizi innovativi, nel rispetto delle proprie politiche finanziarie. Al contempo, il Gruppo Telecom Italia proseguira' il percorso di trasformazione ed efficientamento dei processi industriali con l'obiettivo di una riduzione strutturale dei "running cost" anche attraverso il delayering e la semplificazione delle piattaforme".

In merito alla maxi multa dell'Antitrust Telecom precisa, dopo che i Tar ha respinto il riscorso, "che le passivita' gia' stanziate nel Bilancio consolidato al 31 dicembre 2013 coprono l'intero importo delle due sanzioni comminate dall'Autorita'".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
telecomtrimestraleborsa
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.