A- A+
Economia
Telecom, rinvio sulla governance . Minucci è il nuovo presidente

Aldo Minucci è il nuovo presidente di Telecom Italia. "Sarò presidente per tre mesi con un
ruolo di garanzia per tutti", ha confermato il manager Generali al termine di un consiglio fiume chiamato ad esaminare i risultati dei due gruppi di lavoro, quello per l'analisi comparativa della governance e quello per la definizione di un regolamento in vista di un'eventuale vendita della controllata carioca Tim Brasil.

Approvata dal consiglio la procedura rafforzata per l'eventuale cessione di Tim Brasil. Si applicherà anche ad eventuali operazioni su asset o rami d'azienda per un valore superiore a 2 miliardi di euro. La procedura renderà più difficile la vendita dell'asset, che ha sollevato numerose polemiche per via del conflitto di interessi dei soci spagnoli. Telefonica, infatti, oltre a essere azionista di Telecom Italia possiede controllate in Brasile, concorrenti della stessa Tim Brasil.

Sul fronte della corporate governance, la decisione finale, ha spiegato il consigliere Jean-Paul Fitoussi, "è tutto rimandato al 27 febbraio". La società, in una nota emessa su richiesta della Consob, aveva affermato che il cda non avrebbe proceduto ad "alcuna proposta di modifica statutaria", e ha ricordato che eventuali conflitti di interessi su questo tema "è a carico del singolo" consigliere, "e non della società e del plenum del consiglio". In pratica, sulla governance, si dovrebbe procedere all'approvazione di linee guida, sulla base dell'analisi comparata commissionata dal cda del 16 gennaio, che verranno poi poste all'attenzione di una consiglio che dovrebbe riunirsi il 27 febbraio.

Sul tema si era dovuta pronunciare anche Telco, la scatola che controlla il 22,4% di Telecom, che, su richiesta della Consob, ha affermato che nel cda della holding del quattro febbraio non è stata "assunta alcuna deliberazione in merito a ipotesi di modifica della corporate governance", e, soprattutto, ha smentito di "aver mai preso in considerazione nè affrontato il tema relativo agli effetti sulla vigenza del patto parasociale" nel caso di "eventuali modifiche allo statuto di Telecom riguardanti le modalità di elezione del cda".

Difficile però ipotizzare modifiche statutarie prima dell'assemblea di aprile. Come, d'altra parte, ha ipotizzato il consigliere Tarak Ben Ammar all'uscita del cda del 16 gennaio, e come affermato ieri Gaetano Miccichè: "Credo che sia abbastanza probabile che si arrivi alla prossima assemblea con l'attuale governance. E' opportuno affidare all'assemblea, che è la casa degli azionisti, questa decisione".

A tagliare la testa al toro, in un certo senso, ci hanno pensato nei giorni scorsi Fossati e Asati che hanno proposto una conferma del cda a 11 membri, come la composizione di adesso dopo le defezioni degli ultimi mesi; e con la stessa ripartizione dei 4/5 dei posti riservati alla lista di maggioranza (8 membri, tra cui l'ad), con gli azionisti di minoranza che si spartirebbero i restanti 3 membri, tra cui far emergere la figura del presidente.

Quanto ai dati finanziari, Telecom italia centra i target di debito e di margine operativo lordo (Ebitda) per il 2013. Lievemente in calo i ricavi. Questo quanto emerso dal cda di oggi che ha preso visione dell'andamento dei principali indicatori operativi e di mercato, che allo stato delle evidenze preliminari indicano, con riferimento alle guidance per l'intero anno 2013, la riduzione dell'indebitamento finanziario netto rettificato di gruppo al 31 dicembre 2013 a un livello inferiore ai 27 miliardi di euro, in linea con l'obiettivo".

Tags:
telecom
i più visti
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.