A- A+
Economia
Tensioni a Piazza Affari, paura dei sindacati. La colpa? Un errore di Draghi
Mario Draghi

Tensioni a Piazza Affari, sindacati preoccupati: interviene Urso. La colpa? Un errore di Draghi 

Si respira un’aria tesa a Piazza Affari. Oggi, mercoledì 3 giugno, il ministro delle Imprese, Adolfo Urso, apre il tavolo di crisi con i sindacati che, sulla falsariga di Fca e Stellantis, temono il fuggi fuggi di molte quotate verso la Francia.

Ma questo timore ha origini più antiche. Proprio Urso, infatti, nel 2021, da presidente del Copasir, lanciò l’allarme sui rischi connessi al passaggio di Piazza Affari sotto l’ombrello di Euronext, il principale mercato pan-europeo fondato dalla Borsa di Parigi, Amsterdam e Bruxelles.

LEGGI ANCHE: Francia, la paura degli investitori

E, come scrive pizzaliks su X (l’ormai vecchio Twitter), dietro le quinte di quell'operazione, poi rivelatasi una mossa a dir poco azzardata, c’era un volto molto noto e soprattutto apprezzato da gran parte degli italiani. Stiamo parlando dell’ex premier Mario Draghi.

Ma non è tutto. In realtà, la radice del problema finito oggi sul tavolo del ministro Urso nacque ben prima, nel 2007, quando le banche italiane, che avevano la proprietà della Borsa italiana, decisero di aprire il capitale al London Stock Exchange il quale, cinque anni più tardi, nel 2012, si pappò tutta la Borsa Made in Italy. E, anche in questo caso, a benedire l’operazione fu proprio Draghi.

Una mossa, quella dell’ex premier, rivelatasi un totale passo falso dato che la Borsa Italiana gestisce attraverso Mts il mercato secondario del debito pubblico italiano, su cui Parigi avrà una influenza sempre più massiccia.






in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


motori
NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.