A- A+
Economia
Ferragosto amaro per Della Valle: Tod'S crolla dopo i conti in rosso

Ferragosto amaro per Diego Della Valle. Dopo i conti in rosso, infatti, per Tod'S arriva anche la bocciatura in borsa. Il titolo della maison di Casette d'Ete è stato infatti oggetto di una pioggia di vendite che l'hanno portato prima a una sospensione e poi a perdere oltre il 10% e a chiudere infine con una flessione del 7,04% a 79,20 euro per azione. Un ribasso tale che ha indotto la Consob a vietare temporaneamente le vendite allo scoperto sul titolo fino a tutta la seduta di lunedì.

Il mercato non ha gradito la semestrale di nuovo in calo e soprattutto inferiore alle attese degli analisti. I conti sono stati diffusi ieri sera a borsa chiusa: il gruppo  ha archiviato i primi sei mesi dell'anno con un utile di 56,2 milioni di euro, contro i quasi 75,7 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Il consensu era di 66,4 milioni di euro.

Giù anche i ricavi che si sono fermati a 477,7 milioni, in calo del 2,7% rispetto ai circa 491 milioni fatturati nei primi sei mesi dello scorso anno. Gli analisti si aspettavano un fatturato a 487,2 milioni di euro. Male anche l'Ebitda che è calato a 103 milioni (pari a 21,6% dei ricavi), mentre l'Ebit e' stato di 81,1 milioni, pari al 17% dei ricavi. La posizione finanziaria netta a fine giugno era positiva per 113,9 milioni, sostanzialmente in linea con il dato segnato alla stessa data dello scorso anno.

La semestrale ha innescato anche la reazione degli analisti che hanno subito punito il titolo. Mediobanca Securities ha tagliato il target price a 93 euro (da 100) con rating neutral. Stessa cosa hanno fatto Ubs (a 80 da 84 con rating sell) e Deutsche Bank (a 89 euro da 95 euro; hold). Nessuno sconto neppure da Bofa Merrill Lynch che ha ridotto il target price a 70 euro da 75 (underperform). Kepler Cheuvreux ha ridotto a 84 euro da 95 (con raccomandazione reduce) e Banca Akros a 92 da 100 euro (hold).

Inutili le rassicurazioni del patron del gruppo: "In una situazione di mercati non facili, il nostro piano di medio termine continua con tutti gli investimenti a garantirci una solida crescita futura, sia dei fatturati che dell'Ebitda, grazie anche a un attento controllo dei costi", ha detto Della Valle.

Questo semestre, ha anche assicurato nella nota il gruppo, sarà l’ultimo ad essere influenzato dalla scelta del gruppo di razionalizzare la distribuzione indipendente in Italia, strategia avviata nel 2012 con l’obiettivo di preservare l’esclusività ed il posizionamento dei marchi e proteggere l’ottima qualità del portafoglio crediti. Tale razionalizzazione ha interessato tutti i marchi, ma è stata particolarmente visibile sulle vendite di Hogan e Fay, che sono quelli con la maggiore esposizione al mercato italiano ed al canale wholesale.

Quanto alle aree geografiche, i ricavi in Italia sono ammontati a 148,5 milioni di euro, in calo del 7,8% rispetto allo stesso periodo del 2013. Positivi i risultati degli altri Paesi europei: nel complesso i ricavi di quest’area sono pari a 108 milioni, con un incremento di quasi il 7%, a cambi costanti. Nelle Americhe il fatturato è sceso del 7,2% a cambi correnti e del 2,7% a cambi costanti a 42,3 milioni mentre nella Greater China sono ammontati a 117,8 milioni, con una flessione del 3,6% rispetto al primo semestre 2013, a cambi costanti. Infine i ricavi del Resto del Mondo hanno raggiunto i 61,1 milioni di euro, con una crescita a cambi costanti del 16%.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tod'sdella valleborsa
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.