A- A+
Economia
Lavoro, "Meno della metà delle aziende ha un piano per valorizzare i dipendenti"

Un rilevante numero di aziende sta perdendo una grossa opportunità per aumentare l’engagement dei dipendenti, attrarre e trattenere i migliori talenti, o addirittura migliorare le proprie prestazioni finanziarie. Secondo una nuova indagine Towers Watson, meno della metà delle aziende intervistate ha un piano a lungo termine su come ottenere il massimo dal proprio piano di Employee Value Proposition (EVP): l'accordo di lavoro che definisce ciò che un datore si aspetta dai propri dipendenti e cosa dà in cambio.

L’indagine mette in evidenza come le aziende che utilizzano i loro piani EVP in maniera efficace abbiano probabilità cinque volte maggiori che i loro dipendenti siano “ingaggiati” e il doppio delle probabilità di raggiungere buoni risultati finanziari rispetto ai competitor che utilizzano i loro EVP in maniera meno efficace.

Tuttavia l’indagine, svolta tra aziende di tutto il mondo, mostra che la maggior parte di queste non riesce a ottenere questi benefici a causa di carenze nell’attuazione di politiche di valorizzazione e che meno della metà (43%) dei loro team di risorse umane e comunicazione ha un piano in atto per sostenerne la diffusione sul lungo periodo.

Edoardo Cesarini, country leader Talents & Rewards di Towers Watson Italia afferma che “la valorizzazione dei dipendenti per le aziende è uno dei migliori strumenti per coinvolgere i propri lavoratori e attrarre i migliori talenti, ma sfortunatamente per molte organizzazioni l’EVP rimane un tesoro nascosto di cui non vengono sfruttate le potenzialità.  La nostra ultima indagine fornisce importanti indicazioni su quali elementi rendono migliori le imprese che utilizzano efficaci e diversi piani EVP”.

L'indagine Towers Watson ha rilevato che le imprese con i migliori piani EVP sono:

• Complete ed equilibrate: circa la metà (49%) delle aziende con EVP altamente efficaci combina fattori estrinsechi, quali retribuzione, bonus e benefici, con fattori intrinsechi come l'ambiente e il lavoro di squadra, rispetto ad appena il 24% delle imprese con EVP bassa efficacia Page2

• Differenziate: quasi la metà (47%) delle aziende con piani EVP efficienti operano in maniera differente e si distinguono dai loro concorrenti e sono attraenti per i talenti, rispetto ad appena il 18% delle compagnie con piani di bassa efficacia

• Business-oriented: quasi 6 su 10 (59%) delle imprese più efficienti utilizzano i loro piani EVP per orientare i comportamenti dei dipendenti in base alla loro strategia e per avere risultati finanziari di successo

• Focalizzate sui dipendenti: mentre la maggior parte (57%) delle aziende con piani di scarsa efficacia si concentrano sulla comunicazione di caratteristiche e valore finanziario degli accordi, quasi la metà (44%) di quelle aiutano i dipendenti a comprendere come le loro esigenze possano essere soddisfatte.

“I piani di valorizzazione definiscono i rapporti con i dipendenti. Rappresentano un impegno a soddisfare le esigenze dei lavoratori in cambio del loro contributo quotidiano al successo dell’azienda” prosegue Cesarini. “Abbiamo però rilevato che le aziende con piani poco efficaci discutono gli accordi in termini di programmi da fornire e valore da attribuire. Ma le aziende migliori vanno oltre: parlano di come andare incontro alle aspettative dei propri dipendenti e di quali comportamenti si aspettano da loro per essere aiutati ad avere successo".

La ricerca ha rilevato che un piano EVP efficace allinea l’intera esperienza di lavoro: da cultura, mission e valori, a programmi di total reward, di lavoro e persone, richiedendo una forte strategia di brand e un forte piano di comunicazione. I datori di lavoro che cercano di migliorarne l'efficacia dovrebbero prendere in considerazione lo sviluppo di una road map di attuazione; coinvolgere gli alti dirigenti nelle prime fasi dello sviluppo del piano; formarli, gratificarli, considerarli responsabili e misurare l'efficacia della loro EVP su diversi gruppi di dipendenti.

L’indagine Il Towers Watson Change and Communication ROI Survey 2013 è stato realizzato lo scorso mese di settembre. Hanno partecipato 207 medio-grandi imprese provenienti da Nord America, Europa e Asia. Towers Watson Towers Watson (NYSE, NASDAQ: TW), società leader a livello globale nel settore della consulenza, supporta le organizzazioni nel miglioramento delle performance attraverso la gestione efficace del rischio e del capitale umano e finanziario. La società offre soluzioni nel campo degli employee benefits, della gestione e dello sviluppo delle risorse umane, del risk management. Towers Watson ha più di 14 mila dipendenti in tutto il mondo e nel 2012 è stata eletta "the most admired company" dalla rivista Fortune nella categoria Diversified Services. Il sito internet è www.towerswatson.com.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
towers watsonazienderisorse umaneemployee value proposition
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.