A- A+
Economia
Nel 2014 migliorano i conti di Unicredit


Unicredit ha chiuso il 2014 con un utile netto di poco piu' di 2 miliardi. Un risultato in linea con il consenso degli analisti e in ripresa dopo il rosso record del 2013 a causa della pulizia di bilancio. Ai soci sara' proposto un dividendo pari a 12 centesimi di euro per azione, in aumento del 20% rispetto ai 10 centesimi del 2013, ancora una volta con la formula "scrip dividend", cioe' in azioni oppure in contante su richiesta. La quota di utili distribuita e' del 35% e anche la cedola risulta in linea con le attese degli analisti. Sotto le attese, invece, l'utile del quarto trimestre pari a 170,4 milioni e un abbassamento del coefficiente al 10,02% dal 10,4% di fine settembre 2014. A provocare la flessione e' stata la caduta del rublo, a causa della crisi in Ucraina e in Russia, dove la banca e' molto esposta. L'impatto e' stato di 1,1 miliardi nell'ultimo trimestre dell'anno. L'Ad Ghizzoni ha precisato che 950 milioni sono relativi alla Russia e il resto all'Ucraina. Non preoccupa l'aggiustamento patrimoniale. "A oggi - ha voluto puntualizzare Ghizzoni - siamo 65 punti sopra le previsioni del piano industriale e la riduzione nel trimestre e' dovuta quasi interamente ai 26 punti perduti per la svalutazione del rublo".

Tags:
unicredit
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.