A- A+
Economia

Ci sono voluti tre anni e uno shutdown, ma ora l'accordo finalmente c'è. Repubblicani e democratici hanno infatti trovato un'intesa sul bilancio al Congresso degli Stati Uniti.

Il pacchetto di misure concordate è di 85 miliardi di dollari ed eviterà così un nuovo shutdown del governo federale e chiude la lunga crisi sul bilancio che ha dominato la scena politica di Washington negli ultimi tre anni.

La battaglia tra repubblicani e democratici è costata molto cara all'America, che nel mese di ottobre si è dovuta arrendere alla parziale chiusura del governo federale per mancanza di fondi. Ora i due rami del Congresso - il Senato a maggioranza democratica e la Camera dei rappresentanti a maggioranza repubblicana - hanno deciso di imprimere una svolta e di lanciare un segnale ai cittadini Usa stanchi della situazione di stallo politico e delle sue conseguenze sull'economia reale.

Lo hanno fatto con un'intesa, votata in tarda serata, che prevede un pacchetto di misure da 85 miliardi di dollari che pongono fine al cosiddetto 'sequester', i tagli automatici ed orizzontali previsti dalla legge in mancanza di un accordo sul bilancio.

Tags:
bilancio usashutdown

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.