A- A+
Economia
Whirlpool, Patuanelli: "Buona notizia, l'azienda ritira procedura cessione"

Whirlpool: azienda, no licenziamenti; al lavoro per soluzione condivisa

Whirlpool annuncia in una nota che la produzione a Napoli sarà prolungata, per lavorare ad una soluzione condivisa. L'azienda non avvierà la procedura di licenziamento collettivo per rilanciare un dialogo costruttivo.    "Whirlpool Emea - si legge in una nota - comunica di essere pronta a ritirare la procedura di trasferimento del ramo d'azienda, a non procedere con il licenziamento collettivo dei dipendenti di Napoli e a continuare la produzione delle lavatrici. La decisione, condivisa con il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, è stata presa con l’obiettivo di ripristinare un clima costruttivo nella trattativa con il Governo e con le organizzazioni sindacali".    L'azienda ritiene, infatti, che "le attuali tensioni siano controproducenti nella ricerca di una soluzione condivisa, a fronte di una situazione di mercato che rende insostenibile il sito e che necessita di una soluzione a lungo termine".       Whirlpool è convinta che, "con maggior tempo a disposizione, si possa ristabilire un dialogo costruttivo e raggiungere una soluzione condivisa per garantire un futuro sostenibile nel lungo termine allo stabilimento di Napoli e ai suoi 400 dipendenti.  Alla luce di questo nuovo e importante sviluppo, nei prossimi giorni ripartirà il tavolo di confronto con tutte le parti coinvolte", conclude la nota.

Vendita Whirlpool Napoli: il ministro Patuanelli conferma che l'azienda ha bloccato la cessione dello stabilimento

"Voglio rivolgermi direttamente ai lavoratori dello stabilimento di Napoli della ​Whirlpool per dar loro una buona notizia: in queste ore l'azienda mi ha comunicato la volontà di ritirare la procedura di cessione": lo annuncia il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli su Facebook. "E' un primo passo, un primo risultato che certamente ci consente di risederci a un tavolo per provare a risolvere definitivamente i problemi di quello stabilimento". 

"Su questa vertenza - aggiunge Patuanelli - il governo, grazie anche al presidente del Consiglio e al Mise, ci ha messo la faccia. Abbiamo ottenuto questo primo importante risultato, io non voglio essere trionfalista, non voglio dire che abbiamo risolto definitivamente il problema ma certamente è il passo più importante che dovevamo compiere per arrivare a una soluzione definitiva. Ora ci sono nuove condizioni per sedersi a un tavolo per provare a trovare una soluzione industriale anche con l'impegno del governo". Il risultato, conclude il ministro, "lo abbiamo ottenuto grazie all'impegno dei lavoratori, grazie alla compattezza che hanno dimostrato, grazie all'impegno costante e alla manifesta volontà di continuare a lavorare in quello stabilimento. E' il primo passo ma era fondamentale farlo".

Loading...
Commenti
    Tags:
    whirlpoolpatuanelliwhirpool napoliwhirpool licenziamenticessione whirpool napolivendita whirpool napoliwhirpool vendita dipendenti
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Marini-Elia, scoppia la rissa Spinte, urla e accuse nella Casa

    Grande Fratello Vip bufera-news

    Marini-Elia, scoppia la rissa
    Spinte, urla e accuse nella Casa


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo

    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.